Training Camp 2019 per aspiranti cadetti e soccorritori

Dieci giorni fra le superbe montagne dello Stelvio per vivere in maniera avvincente la prima esperienza in uniforme. Per ragazzi dai 14 ai 21 anni

vario

Da 25 anni il Corpo Volontari Nucleo Mobile di Pronto Intervento, attivo in provincia di Varese nel settore della Protezione Civile e da sempre attento al coinvolgimento dei giovani, organizza campi di formazione rivolti ai ragazzi durante le vacanze scolastiche estive o invernali e a cavallo dei ponti.

Galleria fotografica

Training Camp 2019 - Corpo Volontari Protezione Civile 4 di 18

Attraverso queste esperienze i partecipanti possono giocare da protagonisti per avvicinarsi ad una vera e propria palestra di vita dalla quale apprendere – grazie sopratutto all’esempio virtuoso dei propri coetanei – molto più che le sole conoscenze e le competenze necessarie a divenire un giorno soccorritori esperti di protezione civile.

A CHI È RIVOLTO IL CAMP

Possono partecipare i ragazzi dai 14 ai 17 anni (cadetti) e dai 18 ai 21 anni (soccorritori).

È preferibile che che i ragazzi risiedano nell’area di Varese o Como.

ATTIVITA’ SVOLTE

Nel corso della formazione si sviluppa un ampio ventaglio di soft skills utili ad affrontare giorno per giorno piccole o grandi difficoltà e necessarie per saper cogliere al meglio le occasioni e le sfide che le diverse esperienze personali ci propongono.

Tanto agli aspiranti cadetti (dai 14 ai 17 anni) quanto agli aspiranti soccorritori (dal 18 ai 21 anni) viene proposto il modo per meglio valorizzare le proprie attitudini ad organizzare tempi, spazi e priorità in seno ad una struttura organizzata e viene suggerita la ricetta per imparare a relazionarsi con gli altri in maniera corretta ed equilibrata in un ambiente fatto di regole chiare e condivise “dal basso” senza imposizioni.

Nel corso del training camp i ragazzi non assisteranno passivamente a scenografiche dimostrazioni di efficienza degli istruttori e dei capi squadra già formati nel costruire un campo base all’ombra di splendide montagne; nè attenderanno “mani in mano” che cuochi stellati sfornino lasagne per tutti o, ancora, che una mano invisibile riordini al posto loro le brande in cui avranno riposato al termine di una giornata vissuta fra aquile e marmotte con una carta topografica alla mano.

Ciascuno infatti diventa fondamentale, sia per sé che per gli altri, per poter gestire in prima persona – pur se affiancato da cadetti o soccorritori esperti – il proprio posto in tenda, la preparazione dei pasti, l’allestimento delle postazioni in cui apprendere e condividere le tecniche dell’orientamento e della topografia, la conoscenza delle radiocomunicazioni in emergenza, il segreto di un buon lavoro di squadra e molto altro. In sintesi, ciascuno diviene fondamentale per il successo di tutti.

Quello che è training (allenamento) per gli allievi che si avvicinano per la prima volta a questa esperienza – e che al termine del campo potranno decidere se proseguire questa avventura – è infatti training anche per tutti coloro che, magari per la seconda o la decima volta, si ritroveranno la mattina del 16 agosto presso la sede di Largo Lanciotto Gigli, a Varese, per allestire la colonna mobile di soccorso e partire alla volta dello Stelvio.

DOVE

Il campo si terrà fra le montagne dello Stelvio.

QUANDO

Dal 16 al 25 agosto 2019, per vivere dieci giorni in maniera avvincente la prima esperienza in uniforme e imparare ad assistere e soccorrere la popolazione, superare con slancio e disciplina i momenti di difficoltà e rendere concreto e riconosciuto il proprio valore aggiunto in un ambiente stimolante, dinamico e multidisciplinare.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

La quota di 275 euro include tutte le spese di trasporto, vitto, alloggio, assicurazione, l’uniforme e tutto l’equipaggiamento necessario per affrontare in piena sicurezza la montagna e le attività svolte al campo anche insieme agli altri partners del Servizio Nazionale di Protezione Civile.

È compresa inoltre l’iscrizione valida sino al 31 dicembre 2019 e la possibilità di partecipare alle altre attività programmate nei periodi di vacanza per proseguire, eventualmente, la propria esperienza in seno al Corpo Volontari “Nucleo Mobile di Pronto Intervento” e diventare così Cadetti o Soccorritori di Protezione Civile.

COSA È INDISPENSABILE AVERE

È richiesta (oltre al necessario per l’igiene) la sola dotazione personale di sacco a pelo, scarponi da trekking, pantaloncini corti blu, costume e ciabatte da bagno, torcia elettrica, borraccia e set di posate da campo (cucchiaio, coltello e forchetta).

Per info e iscrizioni

Per chi fosse interessato, sabato 1 giugno e sabato 8 giugno, alle ore 14.30, presso la sede operativa di Largo Lanciotto Gigli a Varese (ex macello civico) si terrà un incontro orientativo per approfondire ulteriormente tutti gli aspetti pratici e le possibilità di seguire i vari percorsi proposti per gli aspiranti cadetti e gli aspiranti soccorritori, incluse alcune attività già programmate per i mesi di giugno e luglio cui sarà possibile prendere parte senza alcun contributo spese.

Successivamente gli incontri potranno essere fissati solo previo appuntamento, comunque entro e non oltre il 30 giugno.

Coloro che sono interessati possono ricevere ogni altra più utile informazione inviando un’email a info@nucleomobilevarese.it o visitando il sito www.nucleomobilevarese.it

Pagina Facebook: Corpo Volontari di Protezione Civile – Nucleo Mobile di Pronto Intervento

di
Pubblicato il 09 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Training Camp 2019 - Corpo Volontari Protezione Civile 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore