Lo sciopero dei trasporti paralizza Milano

Lo sciopero, a livello regionale, è convocato contro le incertezze nel finanziamento dello Stato al trasporto pubblico. Adesione relativamente limitata su Autolinee Varesine

sciopero atm metropolitana metro

Lo sciopero generale dei trasporti, convocato a livello regionale, paralizza Milano.

L’astensione ha provocato lo stop totale M2, M3 e M5, mentre la M1 funziona regolarmente, spiega Atm. Quanto alle linee di superficie, sono “possibili riduzioni del servizio” (di fatto ci sono molte segnalazioni di mezzi fermi). Lo sciopero è convocato per quattro ore: “tutte le linee tornano in normale servizio dalle 12:45”.

Autolinee Varesine, che serve il bacino di Varese, parla invece adesione relativamente bassa, nell’ordine del 25-30 %.
Ancora da valutare l’impatto effettivo su Trenord: intorno alle 10.30 la circolazione è completamente ferma sul ramo Fnm (le linee che fanno capo a Saronno, per intendersi), mentre circolano ancora alcuni treni sulle linee Rfi/Fs.

Generico 2018

Perchè è dichiarato lo sciopero trasporti?

Le Segreterie Regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno proclamato uno sciopero Regionale del Trasporto Pubblico Locale di quattro ore per “la condizione di grave incertezza circa le risorse da destinare al settore del Trasporto Pubblico Locale a seguito del congelamento dei finanziamenti nazionali al comparto operato con Legge di Bilancio 2019 e per la mancanza di garanzie circa la clausola di salvaguardia occupazionale e di mantenimento dell’attuale qualità del servizio agli utenti garantito attraverso la contrattazione di secondo livello”. In sostanza: non arrivano soldi per il Trasporto Pubblico per il 2020, almeno allo stato attuale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore