A Luvinate parte la guerra alla zanzara tigre

Disinfestazione dei tombini e raccomandazioni ai cittadini. Così l'amministrazione vuole limitare i disagi alla popolazione

zanzara tigre

E’ stata avviata nei giorni scorsi la prima operazione di disinfestazione preventiva voluta dal Comune di Luvinate contro le zanzare tigre.

In collaborazione con l’ATS Insubria, operatori specializzati hanno infatti deposto in tutti i tombini comunali con acqua stagnante una particolare sostanza utile ad uccidere le larve di zanzara tigre. «Vogliamo così concretizzare l’impegno preso con i cittadini, muovendoci in modo coerente con quanto emerso in occasione del convegno pubblico dell’aprile scorso a Luvinate. Le zanzaretigre nascono e proliferano non oltre 100 metri dal luogo in cui pungono e nascono solo ed esclusivamente in zone con acqua ferma. Come Amministrazione stiamo facendo dunque la nostra parte, ma occorre l’impegno diretto dei cittadini: da loro dipende per il 70% il successo dell’operazione”. Da qui le indicazioni operative indicate nell’ordinanza e firmata dal Sindaco Alessandro Boriani.

LE INDICAZIONI DELL’ORDINANZA – 1) Divieto di abbandonare in qualsiasi luogo privato contenitori con acqua stagnate (come le cisterne per la raccolta piovana per bagnare l’orto); 2) Obbligo di trattare tombini con acqua stagnante in zone private con sistemi di larvicidi; 3) Provvedere allo sfalcio periodico dell’erba nelle zone private incolte o non produttive. «Tale richieste, elaborate dall’ATS e da noi adottate, sollecitano ogni cittadino a farsi parte attiva e diligente nel contrastare la diffusione della zanzara tigre». Il testo completo dell’ordinanza può essere scaricato dal sitowww.comune.luvinate.va.it

SEGNALAZIONI E VIGILANZA ALLA POLIZIA LOCALE – Per rendere più efficace l’attività, sarà utile segnalare eventuali criticità osservate direttamente alla Polizia Locale, che applicherà ove necessario le indicazioni dell’art 650 del codice penale.  Nei prossimi giorni a cura dell’Amministrazione verrà distribuito un volantino ad hoc con tutte le indicazioni.

PROBLEMA DI SALUTE PUBBLICA – «Le zanzare tigre, oltre all’oggettivo fastidio, rappresentano un problema di salute pubblica. E’ per questa ragione che il fenomeno è monitorato e curato dall’ATS Insubria ed è per questo che l’Amministrazione si sta muovendo per tempo. E’ chiaro che le zanzare non scompariranno; se però tutti i cittadini faranno la loro parte, insieme si concretizzeranno azioni di contenimento che verificheremo poi al termine dell’estate».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore