Primo Consiglio comunale: Tessarolo nomina la Giunta, Bagaglio non c’è

Tina Mancuso è il nuovo vicesindaco e assessore con delega alle politiche di bilancio, istruzione e cultura. Claudia soldati è assessore con delega all’edilizia pubblica e privata, sport e protezione civile

mercallo consiglio comunale

Giovedì 13 giugno, presso il comune di Mercallo, si è tenuto il consiglio d’insediamento dell’amministrazione Tessarolo.

Grande assente della serata Andrea Bagaglio. Il candidato sindaco della lista Civica Mercallo, attualmente consigliere di minoranza, non era presente al primo Consiglio post elezioni per motivazioni rimaste ignote.

Durante l’incontro, a cui invece hanno presenziato gli altri due membri di minoranza Maura Marcato e Angelo Maraschiello, il sindaco, dopo aver giurato sulla Costituzione e vestito il tricolore, ha nominato la Giunta che lo accompagnerà nei prossimi 5 anni alla guida del paese.

Tina Mancuso è il nuovo vicesindaco e assessore con delega alle politiche di bilancio, istruzione e cultura. Claudia soldati, vicesindaco durante il primo mandato Tessarolo, è assessore con delega all’edilizia pubblica e privata, sport e protezione civile.

Tessarolo ha poi brevemente riassunto i punti principali del programma di sviluppo, un programma, ha spiegato: «in cui abbiamo cercato di essere concreti e di scrivere solo il realizzabile. Ci metteremo tutte le nostre forze e il nostro impegno e governerò sempre come un buon padre di famiglia».

In risposta al tema è intervenuto Angelo Maraschiello, già consigliere di minoranza nel quinquennio precedente e che in queste elezioni vanta un primato: con 48 preferenze, infatti, è stato il consigliere più votato delle due liste. «Sul vostro programma – ha detto – conto 30 punti, un impegno che questa amministrazione prende con tutti noi. Vi auguro di riuscire a realizzarli tutti», per poi continuare con un appello alla parte di maggioranza del consiglio: «noi non siamo per il partito preso. In passato abbiamo avuto molto da ridire su come erano gestiti i consigli comunali. È necessario che l’amministrazione ci coinvolga nell’iter processuale dello sviluppo del paese, ci sono atti importanti che per la nostra partecipazione costruttiva presuppongono anche momenti  di confronto tra maggioranza e minoranza. Spero che questa volta l’amministrazione accetti la nostra richiesta e ci consenta di svolgere il nostro ruolo».

Non è si è fatta attendere la risposta di Tessarolo che ha voluto chiarire: «qui le porte sono aperte. I nostri programmi erano abbastanza simili, non perché ci siamo copiati a vicenda, ma perché il paese è piccolo e le problematiche da affrontare sono quelle, quindi ben venga che si collabori, ma non come la volta scorsa. Se la collaborazione è come quella dell’altra volta, sarà come l’altra volta. Se aspettiamo il chiodo nella piazza o la buca e invece che segnalare in comune la presenza di un pericolo aspettiamo che qualcuno si faccia male per poi dare la colpa al sindaco che non ha fatto niente, allora le cose non cambieranno. Se la minoranza non è solo opposizione pura, ma costruzione, la collaborazione l’accolgo in modo favorevole».

A seguire le due parti hanno nominato i rispettivi capigruppo: per la minoranza Angelo Maraschiello e per la maggioranza Marco Marzetta che, rivolgendosi ai consiglieri della lista sconfitta, ha detto: “Non mi va di parlare di maggioranza e minoranza, certo esistono i ruoli, ma siamo tutti consiglieri con uno stesso spirito: fare qualcosa di buono per Mercallo. E sono modesto nel dire qualcosa, spero di fare molte cose buone e in qualità di capogruppo dico che sarò e saremo aperti al dialogo, ma non alla polemica. La posizione di apertura c’è, lo spirito collaborativo anche, faremo del nostro meglio e vi ringrazio se nel vostro ruolo ci darete una mano”.

di
Pubblicato il 17 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore