“Tutti hanno un incarico. Saremo una squadra vera”

Ieri, lunedì 17 giugno, l'insediamento del nuovo consiglio comunale

Cazzago Brabbia

Un po’ di emozione durante la lettura del giuramento e un bel brindisi finale. È cominciato così il secondo mandato di Emilio Magni. Ieri, lunedì 17 giugno, l’insediamento del nuovo consiglio comunale davanti, unica note dolente, a un pubblico davvero esiguo.

«Siamo un mix di nuove forze e di persone con esperienza – ha detto Emilio Magni – la soluzione migliore per lavorare supportandosi e con spirito costruttivo. Anche le deleghe affidate ai consiglieri vanno in questa direzione: sono state assegnati incarichi rispettando le attitudine di ciascuno. Adesso ci mettiamo a lavorare».

La lista “Rinnovamento e Tradizione” ha partecipato sola alle ultime elezioni e ha raccolto 359 voti, raggiungendo così il quorum che ha consentito a Magni di tornare a governare.

Distribuite le deleghe: il sindaco si occuperà di rapporti istituzionali, opere pubbliche, controllo del vicinato; vice sindaco è Fabrizio Laudi che ha invece il compito di gestire il Personale, la polizia locale e il sociale; all’assessore Elisa Montagna  sono andati il Bilancio, Coinger e la Comunità della Valbossa.

Primo intervento di ieri la pulizia del cimitero del paese ad opera di Massimo Nicora e di un addetto del Comune. Tra le opere più urgenti, già avviate, l’abbattimento delle barriere architettoniche in municipio e il potenziamento della rete wi-fi.

 

Magni torna al lavoro per la “sua” Cazzago

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore