La Pro Patria si illude, il Monza vince 2-1

Allo "Speroni" i tigrotti passano in vantaggio con Lombardoni al 4' del primo tempo, ma Chiricò e Lepore ribaltano il risultato per i brianzoli

Pro Patria - Monza

La Pro Patria perde la prima partita del campionato 2-1 davanti ad un Monza di categoria superiore e sotto gli occhi del patron Silvio Berlusconi. Nonostante la sconfitta, i tigrotti hanno dimostrato di poter scendere in campo a viso aperto anche contro questo Monza, la squadra che è in testa a tutti i pronostici per la vittoria finale del torneo.

Galleria fotografica

Pro Patria - Monza 4 di 28

Passati in vantaggio subito con Lombardoni (4′ pt), gli uomini di Javorcic fanno intravedere buone cose, ma nel momento di maggior controllo ecco che arriva il pareggio di Chiricò. Il secondo tempo si apre con il vantaggio degli ospiti con Lepore, e si spegne dopo tre minuti di recupero con una Pro Patria arrembante, ma che niente ha potuto contro lo strapotere monzese.

Primo tempo che, al di là degli spaventi, consegna alla cronaca una partita abbastanza equilibrata, con un Monza in crescita dal 20’ in poi. Aprono le danze subito i brianzoli, al 1’ minuto Brighenti scappa sulla destra e mette in mezzo un pallone insidioso che però non trova destinatari. Al 5’, la Pro inaspettatamente passa in vantaggio. Sul primo calcio d’angolo della partita, calciato da Bertoni verso Lamanna, il tocco vincente lo trova Lombardoni. È una Pro Patria reattiva in questo primo quarto d’ora, al tiro ci vanno anche Ghioldi e Defendi, dopo aver recuperato palla sulla tre quarti avversaria. Entrambi non creano preoccupazioni alla retroguardia monzese, ma mettono in luce la frizzantezza dell’attacco biancoblu. Al 12’ si fa male Rigoni, a suo posto entra Fossati. Al 15’ ancora Pro in avanti, con Spizzichino che crossa per Defendi. Il nuovo acquisto prova la rovesciata, calibrata male. Dopo una ventina di minuti di simil-letargo, il Monza inizia a salire di giri: al 22’ Sampirisi crossa da sinistra, Finotto colpisce di testa ma non trova la porta. Al 27’ sempre Finotto salta Lombardoni e serve basso Chiricò, che controlla e riesce a calciare, solo la parata in extremis di Tornaghi gli impedisce di esultare. È un momento della partita in cui la Pro Patria appare in controllo nonostante le staffilate degli attaccanti in rosso inizino ad essere troppe e troppo pericolose. Così, al 37’, il Monza pareggia grazie ad un capolavoro balistico di Chiricò, che da una trentina di metri fulmina Tornaghi su punizione, mettendo la palla nel sette. Al 40’ la Pro rischia addirittura di subire il secondo gol, quando Battistini combina un pasticcio in disimpegno, servendo Tornaghi. Il portiere bustocco tocca con le mani e l’arbitro Panettella è costretto a fischiare la punizione di secondo dentro l’area tigrotta: Chiricò tira forte, ma la barriera sulla linea di porta respinge. Un’ultima occasione ce l’ha Brighenti che, ritrovatosi da solo davanti al portiere dopo un rimpallo sfortunato tra i difensori bustocchi, non riesce a battere Tornaghi che sfodera una grande parata.

L’inizio di secondo tempo sancisce il sorpasso del Monza sulla Pro: al 5’ infatti la difesa di casa respinge male, arriva Lepore che calcia rasoterra trovando l’angolino basso e il gol. Sono minuti di sofferenza per i tigrotti, con il Monza che ha saldamente in mano il pallino del gioco. Javorcic prova a rivoluzionare l’attacco, togliendo prima Defendi e poi Mastroianni (buona prova per entrambi) per Parker e Le Noci, ma i rossi continuano ad attaccare, indiavolati. Al 24’ Chiricò si porta a spasso metà della difesa, e con un tiro a giro da sinistra colpisce il palo interno. È Lepori al 34’ a sfruttare un bel suggerimento di Marchi, il suo tiro però termina alto. La zona Cesarini, però, sembra riaccendere le speranze dei padroni di casa, perché al 40’ Le Noci scodella in area un pallone che arriva a Pedone, che non riesce a superare Lamanna. Poco dopo è Palesi ad accendere Le Noci, che da posizione defilata sulla sinistra prova un tiro-cross insidioso che termina sul fondo. I tre minuti di recupero non bastano alla Pro per trovare il pareggio.

IL TABELLINO:

AURORA PRO PATRIA 1919 – AC MONZA      1 – 2    (1 – 1)

Marcatori: 4′ p.t. Lombardoni (PP), 36′ p.t. Chiricò (MON), 4′ s.t. Lepore (MON).

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Lombardoni, 3 Boffelli; 17 Spizzichino, 16 Fietta, 14 Bertoni (27′ s.t. Pedone), 23 Ghioldi (27′ s.t. 20 Cottarelli), 15 Galli (37′ s.t. 6 Palesi); 18 Defendi (19′ s.t. 11 Parker), 9 Mastroianni (27′ s.t. 10 Le Noci). A disposizione: 22 Angelina, 2 Marcone, 5 Molnar, 21 Colombo, 24 Molinari, 25 Ferri. All. Javorcic.

AC MONZA (4-3-1-2): 1 Lamanna; 32 Lepore, 19 Scaglia, 6 Bellusci, 31 Sampirisi; 21 Armellino, 24 Rigoni (12′ p.t. 5 Fossati), 20 Iocolano (21′ s.t. 10 D’Errico); 7 Chiricò (33′ s.t. 17 Mosti(, 11 Finotto (21′ s.t. 27 Marchi), 9 Brighenti (33′ s.t. 33 Gliozzi). A disposizione: 12 Sommariva, 3 Anastasio, 4 Galli, 15 Marconi, 17 Mosti, 18 Palazzi, 23 Negro, 30 Franco. All. Brocchi.

ARBITRO: Claudio Panettella di Bari (Cosimo Cataldo della Sezione di Bergamo e Marco Ceccon della Sezione di Lovere).

NOTE: Angoli: 3 – 3. Recupero: 2′ p.t. – 3′ s.t. Ammoniti: Mastroianni (PP); Marchi (MON). Giornata calda e soleggiata. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 1695.

di
Pubblicato il 25 agosto 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Pro Patria - Monza 4 di 28

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore