Derby del Ticino amaro per le farfalle della UYBA

La Unet E-Work Busto Arsizio perde per 3-1 (28-26, 31-29, 23-25, 25-22) contro le padrone di casa della Igor Gorgonzola di coach Barbolini, in una partita entusiasmante, giocata punto a punto

Yamamay - Brescia

Al Pala Igor di Novara la Unet E-Work Busto Arsizio perde per 3-1 (28-26, 31-29, 23-25, 25-22) contro le padrone di casa della Igor Gorgonzola di coach Barbolini, in una partita appassionante, giocata punto a punto e finita ai vantaggi nel primo e secondo set, entusiasmando i tifosi presenti sugli spalti.

In tribuna Leonardi che mercoledì mattina ha subìto l’intervento per ridurre la frattura al mignolo della mano sinistra e che ora dovrà restare per un po’ di tempo fuori dal campo.

vario

Le biancorosse perdono il primo set, dominato in fase iniziale dalle novaresi e finito ai vantaggi dopo un bel recupero delle farfalle, che sfruttano un calo di concentrazione delle avversarie. Il secondo set è da subito più equilibrato e combattuto, tanto da finire ancora ai vantaggi. Nel terzo set invece la UYBA riesce a prendere in mano le redini della partita e tutto si decide al quarto, combattuto in ogni caso fino all’ultima palla.
Deludente l’esordio del libero Wang Simin che si mostra in grande difficoltà dopo un lungo stop che non le ha permesso di prendere confidenza con il ritmo gara e con le compagne.

Top scorer per le biancorosse è Lowe che mette a segno 23 punti (3 ace, 1 muro), che però inizia la partita a rilento e impiega almeno un paio di set per scaldare il braccio e trovare il ritmo. Bene anche Herbots autrice di 18 punti, seguita da Gennari (15 punti, 1 ace), che si è spesa molto anche in seconda linea dando grande supporto al libero. A muro si fa vedere Washington, autrice di 6 dei 9 muri punto totali della formazione.

Dall’altra parte della rete Vasileva finisce la partita con 25 punti (1 ace, 4 muri), seguita da Veljkovic (17 punti, 2 muri); da applausi Hancock in battuta, con ben 8 ace a tabellino, che fa valere il premio assegnatole come miglior battuta della scorsa stagione.
Ottima prova di Di Diulio a muro (per lei 5 punti nel fondamentale) con molti palloni toccati e “sporcati” per agevolare la difesa. Sempre molto bene Sansonna, pronta su ogni palla.

LA PARTITA

Coach Lavarini schiera in campo Orro in regia, Lowe opposto, Bonifacio e Washington al centro, Gennari e Herbots in attacco, Wang libero.
Il primo set si apre con il vantaggio per 1-4 delle biancorosse che segnano due ace, uno con Lowe e uno con Gennari. Il vantaggio però dura poco perché le padrone di casa rimettono subito la situazione in equilibrio (4-4). Novara prende il ritmo e vola sul 8-5 (time out Lavarini che chiede di fare cose semplici e di non preoccuparsi troppo della Simin). Al rientro in campo la situazione non cambia e la situazione si complica (11-5). Le farfalle non si arrendono e sfruttando un po’ di errori delle padrone di casa, recuperano parte dello svantaggio (19-15 e time out Barbolini). Il turno in battuta di Orro mette in difficoltà le novaresi (19-19). Si continua punto a punto e il set va ai vantaggi. L’attacco di Hancock e l’errore in ricezione di Gennari chiude il set 28-26.

Secondo parziale giocato in grande equilibrio (10-10). Le padrone di casa provano a scappare e vanno a +3 (13-10) ma le attaccanti biancorosse recuperano subito e vanno sul 14-15 (time out Barbolini).  Sul 16-17 Lavarini ferma il gioco e prende da parte Orro, mentre Musso dà indicazioni sull’impostazione del muro). Il turno in battuta di Hancock fa male lla UYBA che torna a -2 (19-17). Ancora un finale set punto a punto (21-21) e ancora una volta si va ai vantaggi. Finale al cardiopalma in un set che sembra non finire mai e alla fine la spunta Novara grazie a un attacco out di Lowe (31-29).

Il terzo set inizia bene per le biancorosse che si portano agevolmente a +4 (1-5 e time out Barbolini). Al rientro in campo le biancorosse commettono tre erroracci consecutivi e Novara ne approfitta portandosi a -2 (4-6). Gennari e compagne tengono salde le redini del set e aumentano ancora il vantaggio (6-11). Il turno in battuta di Hancock martella la ricezione biancorossa segnando almeno tre ace consecutivi e ritrovando il pareggio (12-12). Si procede punto a punto con le due formazioni determinate a non lasciare nulla di intentato. Busto sfrutta alcune imprecisioni delle padrone di casa e si porta sul 21-24. Nonostante Novara annulli ben 2 set point alle bustocche, l’errore in attacco di Vasileva regala il set a Busto 23-25.

Il quarto set inizia 4-0 a favore delle padrone di casa, grazie al turno in battuta di Hancock (time out di Lavarini). Al rientro in campo si capovolge la situazione e Busto va sul 4-5. Chirichella e compagne provano a scappare e corrono sul 11-8. Lowe suona la carica e riporta la sua squadra sul -2 (16-14). Gennari ritrova il pareggio (17-17) e si torna punto a punto. Sul 19-20 Barbolini ferma il gioco per rimettere concentrazione tra le sue. In battuta va Hancock che segna subito un ace e sfiora il secondo (22-20). L’invasione aerea di Lowe in attacco regala il 24-21 e l’attacco di Vasileva chiude set e partita 25-22.

IL TABELLINO

Igorg Gorgonzola Novara – Unet W-Work Busto Arsizio 3-1 (28-26, 31-29, 23-25, 25-22)

Igor Novara: Bolzonetti ne, Brakocevic ne, Arrighetti, Hancock 10, Sansonna (L), Chirichella 10, Di Iulio 9, Gorecka 1, Piacentini ne, Courtney 12, Napodano, Morello ne, Vasileva 25, Veljkovic 17.
UYBA: Washington 14, Berti ne, Cucco, Bonifacio 9, Lowe 23, Villani, Orro 4, Cumino ne, Gennari 15, Simin (L9, Herbots 18, Bici, Bulovic
Arbitri: Braico, Goitre
Note. Novara: ace 10, errori 15, muri 15. Busto Ars

di
Pubblicato il 30 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore