Mv Agusta, miglior tempo a sorpresa nelle prime prove libere di Valencia

Impresa di Stefano Manzi che nella prima sessione dell'ultimo GP stagionale si mette alle spalle tutti i piloti di Moto2. Nella seconda parte il riminese è ancora tra i migliori (5°). Domenica 17 la gara

stefano manzi mv agusta motociclismo losail

AGGIORNAMENTO delle ore 16 – Stefano Manzi non si è ripetuto nella FP2 di venerdì pomeriggio, ma il pilota della MV Agusta è andato di nuovo molto bene e ha tenuto il passo dei migliori. Nella seconda sessione è stato infatti quinto con 1’35″352 – tempo leggermente migliore rispetto al mattino – e si è così agevolmente qualificato direttamente per le Q2, la seconda fase delle qualifiche ufficiali dalla quale sono esentati i piloti più veloci. La seconda MV Agusta, quella di Domi Aegerter, ha concluso in 21ma posizione (1’36″046) e ripartirà dalle Q1.

Che le Mv Agusta F2 in dotazione al Team Forward per il mondiale di Moto2 stessero migliorando, era sotto gli occhi di tutti visti i recenti Gran Premi che hanno visto i bolidi della Schiranna costantemente in zona punti. Ma che una di loro potesse terminare una sessione di prove al primo posto è un evento decisamente inatteso, ma che è accaduto questa mattina – venerdì 15 novembre – sul circuito di Valencia.

In occasione dell’ultimo appuntamento iridato della stagione, Stefano Manzi ha infatti fatto segnare il miglior tempo assoluto nella cosiddetta FP1, la prima sessione di prove libere che – quindi – non garantiscono un posto avanzato sulla griglia di partenza. Resta però la notizia: in questa prima stagione mondiale, le Mv Agusta non hanno colto risultati di prestigio (il migliore piazzamento in gara è stato il settimo posto dello stesso Manzi ad Assen) e soprattutto in prova erano spesso finite oltre la 20ma posizione.

Stavolta il pilota riminese ha piazzato quindi un vero colpo, e chissà se anche le prove ufficiali e la gara non riserveranno qualche sorpresa: entrare di nuovo nella top ten potrebbe essere un obiettivo alla portata. Manzi ha siglato il miglior giro in 1’35″699 e si è messo alle spalle il sudafricano Brad Binder (Ktm) di 46 millesimi e quindi lo svizzero Luthi e il britannico Lowes, entrambi su Kalex. Lontano (24°) l’altro pilota Mv-Forward, lo svizzero Dominique Aegerter, all’ultima gara in sella alla F2: sarà sostituito dal romano Simone Corsi. A favorire il risultato di Manzi potrebbero essere stati gli aggiornamenti sul forcellone utilizzato sulla sua Mv Agusta, che stanno garantendo ottime performance.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore