Prenotazioni e attese al Pra di Varese: “Disagi nella fase iniziale, i tempi miglioreranno”

È il direttore del Pra di varese Carmelo Filiti a rispondere alle critiche rilevate: "Ogni processo che ha subito importanti modifiche, necessita di ragionevole tempo per poter essere ottimizzato con gli opportuni adattamenti"

pra varese aci

“Vorrei sapere perché al PRA di Varese per effettuare un passaggio di proprietà di un veicolo occorre: registrarsi (non sempre il sistema funziona); prendere appuntamento da sito internet, con tempi di attesa di almeno 15 giorni”. Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la lamentela di un utente del Pra di Varese in merito a “orari scomodi e procedure complicate” notate mentre si trovava ad usufruire del servizio. Oggi è il direttore del Pra di varese Carmelo Filiti a rispondere alle critiche rilevate.

Pubblichiamo la risposta integrale:

***

Gentile Direttore,
desidero fare chiarezza circa la lamentela del vostro lettore sulla gestione dell’utenza col sistema di prenotazione.
Innanzi tutto la prenotazione non è una peculiarità del PRA di Varese, ma è un sistema adottato dall’Automobile Club d’Italia su tutti gli uffici del territorio nazionale per far fronte alla transizione dal vecchio sistema cartaceo al sistema digitale, in ottemperanza alle disposizioni previste dal Codice della Amministrazione Digitale, nonché dalle modifiche previste dal D. Lgs. n. 98/2017.

Sulla base di queste premesse ritengo che un sistema di prenotazione consenta di pianificare al meglio l’affluenza del pubblico agli sportelli del PRA in considerazione dell’incremento del tempo necessario all’espletamento delle formalità che devono essere gestite in modo digitale (scansione dei documenti, apposizione della Firma Elettronica Avanzata, ecc.), riducendo al minimo i tempi di attesa del pubblico nei nostri uffici.

Naturalmente ogni processo che ha subito importanti modifiche, necessita di ragionevole tempo per poter essere ottimizzato con gli opportuni adattamenti, e questo può creare disagi all’utenza nella fase iniziale.
Posso garantire la bontà del lavoro che stanno svolgendo gli addetti ai lavori, in forza al nostro Ente, per ridurre al minimo questi disagi, compatibilmente con l’adempimento in modo preciso e nei “ristrettissimi” tempi previsti per l’entrata in vigore del cd “Documento Unico”.

Mi sembra inoltre incongruente la proposta di chiusura di un ufficio con la contemporanea ammissione che lo stesso consente un notevole risparmio di danaro al cittadino.
Resto a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente.

Carmelo Filiti
Direttore PRA Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore