Carabinieri, controlli natalizi in città

Sorvegliate vie e piazze del centro e i quartieri sensibili. Segnalati alla prefettura alcuni assuntori di droga

Avarie

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Varese, hanno intensificato i controlli sulle principali zone della città di Varese, Casciago, Malnate, Lozza e Vedano Olona con un servizio straordinario di controllo coordinato del territorio al fine di esercitare una concreta azione di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e garantire maggiore sicurezza reale e percepita dai cittadini, con particolare attenzione alle zone sensibili del capoluogo e dei comuni limitrofi.

Sono stati effettuati numerosi controlli nel centro e nelle zone centrali e periferiche della città, con l’obiettivo di porre sotto la lente di ingrandimento le arterie stradali di maggior traffico veicolare ed i luoghi di maggiore afflusso di persone (Centri commerciali, parcheggi, piazze principali), quali Piazza Monte Grappa, Piazza Repubblica, i Piazzali Trieste e Trento e vie limitrofe, dove i Militari dell’Arma hanno proceduto a numerosi controlli di polizia, mediante l’identificazione di 83 persone, di cui oltre 20 cittadini extracomunitari, tutti regolari sul territorio nazionale e circa 50 veicoli in circolazione.

Inoltre sono stati segnalati alla locale Prefettura – U.T.G. di Varese, 6 soggetti di cui 2 extracomunitari e 4 ventenni della provincia di Varese, in quanto sottoposti a perquisizione personale, venivano sorpresi in possesso di coca e hascisc detenuti  per uso personale.

Numerosi sono stati i posti di controllo effettuati nelle principali arterie stradali, anche con particolare riferimento alle zone periferiche, finalizzati a garantire una forte presenza sulle strade ed un maggiore controllo della circolazione e sicurezza stradale, nel corso dei quali venivano elevate 5 contravvenzioni al Codice della Strada per varie infrazioni commesse dagli automobilisti.

Sempre nel corso del servizio è stato arrestato in esecuzione di un Ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Lecco, un 38enne tunisino, dovendo il medesimo espiare pena definitiva di anni 2, mesi 2 e giorni 20 di reclusione, poiché giudicato colpevole del reato di rapina, fatto commessi in Lecco in data 9 febbraio 2019. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

I controlli straordinari del territorio continueranno in tutto l’arco delle festività natalizie e di fine anno con una costante presenza dell’Arma sul territorio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore