Torna il mercatino benefico della scuola Aldo Moro

Dodicesimo anno per l'iniziativa che coinvolge genitori, insegnanti e studenti. "Una scuola che insegna ad aprirsi al mondo, includere e, soprattutto, guardare alla crescita integrale dei ragazzi"

In tantissimi per il mercatino di Natale a Galliate Lombardo

Come ormai da tradizione, anche quest’anno i genitori, gli alunni e i docenti della scuola secondaria di primo grado “A. Moro” promuovono il mercatino benefico.
La data, per questa XII edizione, è sabato 14 dicembre, dalle ore 9.30 alle ore 16.30, che si terrà negli spazi dell’Istituto, in viale Santuario 13 (foto d’archivio).

I proventi saranno donati a due associazioni, “LILT”, “Alcolisti Anonimi” ed “Educatori senza Frontiere”. Due sodalizi che sono intervenuti durante la settimana tematica della solidarietà. Durante tale settimana i docenti, nelle loro ore di lezione, tratteranno argomenti inerenti la solidarietà e l’inclusione, ma vi sarà anche la presenza nell’Istituto di esperti, che aiuteranno a porre maggiore attenzione su alcune realtà difficili non sempre note.

In modo particolare la scuola mira a far conoscere le associazioni del territorio e il ruolo che svolgono.
Presenza ormai immancabile è l’Associazione “Il Sandalo”, da anni presente durante la settimana tematica, presentando, oltre alla propria attività e i propri prodotti, le realtà complesse del commercio equo-solidale e le problematiche correlate.

Il mercatino è un appuntamento importante, perché non facendo parte dell’orario scolastico, tutti i partecipanti sono presenti a titolo di volontariato. Per i docenti è l’occasione di dimostrare ai ragazzi che il mondo non finisce con la campanella dell’ultima ora ma che ognuno di noi, alunno o docente, è cittadino del mondo.
Nei giorni precedenti, grazie all’aiuto fondamentale del Comitato genitori, si iniziano a raccogliere abiti e oggetti vari, nuovi ed usati. È un momento di grande condivisione e collaborazione, perché i docenti e i genitori credono fermamente che donare spontaneamente sia un valore importante, con l’augurio che i ragazzi imparino, attraverso l’esempio concreto e attivo, a guardare al prossimo e a diventare degni futuri cittadini.

La dirigente scolastica Edina Furlan, al suo primo anno all’ ”Aldo Moro”, è orgogliosa della lodevole e consolidata iniziativa: «Il mercatino dimostra che questa scuola sa aprirsi al mondo, includere e, soprattutto, guardare alla crescita integrale dei ragazzi che da noi si formano per diventare adulti consapevoli, attivi e partecipi. Ho trovato una scuola propositiva ed attenta alle esigenze di tutti, nessuno escluso, una scuola capace di estendere la propria missione ben oltre le mura scolastiche, un istituto che integra e si integra col suo territorio e la propria utenza creando legami duraturi nel tempo, come dimostrato ogni anno dalla considerevole partecipazione all’evento anche di ex alunni ed ex docenti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore