Gli “Attori in Circolo” cercano una casa

Sono i dipendenti dell'ospedale di Varese con il pallino della commedia. I loro spettacoli sono sempre per beneficenza. Ma ora sono loro a chiedere aiuto

attori in circolo

Sono attori, ma solo nel tempo libero. Utilizzano le serate di prove e gli spettacoli per scaricare un po’ di tensione che si accumula durante il lavoro.

Parliamo degliAttori in Circolo la compagnia nata all’ospedale di Varese e che raduna medici, infermieri, tecnici e amministrativi accomunati dalla passione per il palcoscenico .. e le risate.
Nel loro repertorio, infatti, ci sono commedie dove si ride e ci si diverte. Interpretano testi della tradizione italiana, soprattutto Peppino o Eduardo De Filippo, adattati dal regista Metello Faganelli.

La loro allegria travolgente viene offerta per scopi benefici, iniziative che tendono sempre a sostenere realtà di volontariato e terzo settore in genere. L’ultima uscita è avvenuta ad Azzate, per la Settimana in Rosa della Valbossa per aiutare chi si occupa di sostegno alle donne e prevenzione del tumore al seno.

La compagnia, questa volta, chiede aiuto. Il capannone dove conservano le loro scenografie deve essere sgomberato e cercano un’alternativa a cui appoggiarsi. La natura della loro attività, a scopo benefico e senza scopo di lucro, non li mette in condizione di poter sostenere le spese di un affitto normale. Così si appellano al buon cuore del territorio:

« Vogliamo comunicare a tutti i nostri sostenitori una cosa importante, a cui ci teniamo molto perché riguarda la prosecuzione del nostro cammino.
I locali dove attualmente abbiamo il nostro materiale di scena, concessoci a titolo gratuito, da una persona speciale a cui noi non finiremo mai di ringraziare, purtroppo, per noi, sono stati affittati di conseguenza dobbiamo liberarli al più presto. La nostra compagnia teatrale sta cercando un posto dove depositare il materiale possibilmente a titolo gratuito o per lo meno con affitto basso, dato che i nostri spettacoli, da quando è nata la compagnia teatrale, sono esclusivamente a scopo benefico, tutti i soldi ricavati fino ad ora, sono stati donati in beneficenza. Noi non abbiamo trattenuto niente. Quindi cerchiamo un benefattore, se possibile, come noi che ci metta a disposizione un locale dove depositare il materiale, in una zona di Varese o nei dintorni. Facciamo solo presente che la quantità del materiale impone uno spazio di almeno 40 metri quadrati provvisto di corrente elettrica e luci. Siamo perfettamente consapevoli che stiamo chiedendo forse troppo ma per noi è una cosa molto importante se vogliamo continuare ad aiutare chi ha bisogno. Per il momento diciamo un semplice grazie e tutta la compagnia teatrale ha un motto ” Aiutateci ad aiutare “.
per contatti :
marcello 348 1352497».

La compagnia sta ultimando le prove: il 28 marzo saranno a Daverio alle ore 21 presso l’auditorium con la commedia ” Chiamatemi pure professore”.
Un’occasione per testare le capacità di questi professionisti della sanità, con il pallino della risata.

di
Pubblicato il 26 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore