Monteviasco, “incontro a marzo sulla funivia”

Nora Sahnane interviene in un momento delicato per il futuro dell'impianto e la sua riapertura. “Nessuno cerchi di strumentalizzare l'argomento"

funivia monteviasco

Il sindaco di Curiglia con Monteviasco Nora Sahnane in una lettera aperta che pubblichiamo di seguito esprime alcune considerazioni sulla problematica della funivia ferma dal novembre 2018.

Sappiamo tutti che la Regione Lombardia lo scorso dicembre ha deliberato un contributo di euro 270mila per la copertura dei costi della riattivazione del nostro impianto funiviario e a tutt’oggi è in corso l’iter per il ripristino dell’operatività della funivia e l’ottenimento delle autorizzazioni per effettuare il Trasporto Pubblico.
Abbiamo ben presente il fatto che da tanti mesi tutti attendono che la situazione della
funivia si sblocchi e i passi avanti fatti ultimamente sono la prova che le Istituzioni non ci
hanno dimenticato. Lavoriamo a stretto contatto con gli Enti e le Istituzioni che da sempre
ci appoggiano e ci supportano in questo difficile percorso e in generale nella costante
attenzione alle problematiche del borgo di Monteviasco. Parlo di Regione Lombardia, di
Comunità Montana Valli del Verbano e dei Carabinieri.
E’ mia intenzione convocare una riunione con i miei concittadini nella prima metà di marzo, periodo che ragionevolmente potrebbe portare a qualche novità: in quell’occasione avremo con noi i Sindaci dell’Unione dei Comuni Lombarda Prealpi – con i quali ho stabilito un’ottima sinergia -, il Presidente di Comunità Montana ed anche il Consigliere Regionale Giacomo Cosentino, firmatario dell’emendamento che ha portato alla
concessione del finanziamento da parte del Consiglio della Regione.

Ritengo che al momento nessuno abbia notizie utili e aggiornate da dare a chi ha a cuore il futuro di Monteviasco: dobbiamo concedere a tutta la macchina organizzativa ancora del tempo per lavorare. Non essendoci nulla di nuovo da dire, temo che in queste settimane qualsiasi momento di convocazione di pubblico dibattito sull’argomento possa rivelarsi poco proficuo e deludente per il pubblico – o addirittura venire frainteso e strumentalizzato a fini politici.

A chiunque venga in mente di maltrattare questa vicenda, voglio ricordare che è nata da
una tragedia. A chiunque voglia strumentalizzarla, a chi cerca ribalta, visibilità, interesse personale dico che non sono disposta a partecipare a questo gioco.
Ovviamente, se ci fossero degli sviluppi, sarà mia cura comunicarli tempestivamente e in
prima persona, come ho sempre fatto finora.

Nora Sahnane

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore