Tutte le Gioeübie della valle Olona

Anche in valle Olona tutto è pronto per il falò della Gioeübia, che ciascun paese attende con entusiasmo. Ecco tutti gli appuntamenti

gioeubia 2017 busto arsizio

Se Busto come capofila della tradizione della Gioeübia sta preparando come ogni anno una grande serata di festa per l’immancabile rito che appassiona la popolazione, la valle Olona non è da meno.

Galleria fotografica

Le Gioeubie in Valle Olona 4 di 7

Tutti, infatti, i comuni del territorio (ad eccezione di Fagnano Olona ndr) hanno già messo in moto la macchina organizzativa e sono pronti a richiamare le centinaia di persone che partecipano al falò della ‘vecchia’ che, almeno secondo quanto si dice, dovrebbe scacciar via i mali dell’inverno.

Come sempre, a lanciare i festeggiamenti sarà Castellanza, che giovedì 30 gennaio anticiperà i comuni limitrofi con il primo falò della serata, anzi, con “i primi due” falò. Il rione in sù e in giù, infatti, hanno deciso di regalare ai propri concittadini la possibilità di rivivere questa amata tradizione, che, purtroppo, sarà praticamente in contemporanea, rendendo impossibile il gustarsi entrambi i momenti di festa. I castellanzesi si ritroveranno infatti a poter scegliere fra la serata del rione “in sù”, che prevede un momento di festa per tutti in piazza Libertà, con l’accensione del falò alle 19.15, e e quanto organizzato dal rione “in giò”, che metterà invece in esposizione il fantoccio della strega per tutto il giorno alla Corte del Ciliegio, per poi accendere il fuoco alle 19. A seguire una cena a base di risotto e luganiga e polenta e bruscitt.

La passione per la Gioeübia a Marnate coinvolgerà anche le nuove generazioni, invitate ad approfondire questo antico rito che chiude il mese di gennaio. Non mancherà, in piazza sant’Ilario, anche lo spirito goliardico: «Puntualmente, ogni anno – confida il preisdente della Pro loco Davide Pedrotti -, qualche ‘burlone’ nasconde dei petardi nel reggiseno della Gioeübia: così il falò diventa davvero scoppiettante». L’associazione marnatese per l’edizione del 2020 ha in serbo una bella novità: oltre alla cioccolata calda e al classico vin brulè, quest’anno si potrà gustare anche il vin brulè bianco. L’appuntamento a Marnate è per le 20.30 di giovedì 30 gennaio, in piazza della Chiesa.

Generico 2018

Stesso orario per la Gioeübia di Solbiate Olona, con il Gran falò e la possibilità di gustare risotto, chiacchiere, vin brulè, cioccolata calda e thè. L’associazione MastrArtisti ha già iniziato a diffondere i primi dettagli sul fantoccio costruito per il 2020, con foto dei bei particolari del volto della ‘vecchia’ e l’invito ai propri concittadini a scoprire il ‘tema’ scelto per quest’anno. La serata sarà anche l’occasione per la popolazione per sottoscrivere la tessera annuale della Pro loco: con soli 6 euro si potrà contribuire all’attività della sempre attiva associazione di volontari, che regalano manifestazioni divertenti durante tutto l’anno. L’appuntamento a Solbiate sarà per le 20.30 di giovedì 30 gennaio, nell’area feste di via san Vito.

Cambio di location per la Gioeübia di Gorla Minore: il falò si terrà nell’ex area mercato, in via Terzaghi. Coinvolti i più piccoli, che saranno invitati a portare un legnetto con un desiderio da bruciare. A tutti i presenti saranno offerti vin brulè, thè e chiacchiere.
L’appuntamento a Gorla Minore sarà per le 20.30 di giovedì 30 gennaio, in via Terzaghi.

Gorla Maggiore sposta la festa di due giorni, così da regalare un’intera giornata di intrattenimento per i  gorlesi. Si inizia alle 16.30 con l’apertura di cucina e bar; alle 17 si terrà un laboratorio di recycling per gli alunni di elementari e medie; alle 21 l’atteso falò, che riscalderà i presenti al ritmo delle musiche della banda cittadina, insieme a bombardino e vin brulè; infine alle 21.30 i Manzella Group allieteranno la serata con la loro musica. L’appuntamento con la Gioeübia a Gorla Maggiore sarà all’area feste cittadina, a partire dal pomeriggio di sabato 1 febbraio.

Olgiate Olona chiuderà infine la kermesse, iniziata giovedì, con un grande falò presso l’oratorio S. Stefano, previsto domenica 2 febbraio alle 17.30. Per i presenti ci saranno salamelle, pop corn e il vin brulè preparato dagli alpini.

di
Pubblicato il 30 gennaio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le Gioeubie in Valle Olona 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore