Il Sanremo “by night” secondo Vittorio Cosma

Il compositore e musicista nato e cresciuto a Comerio è tra i protagonisti del "dopofestival" accanto a Nicola Savino e ci racconta la sua visione di questo festival

Musica Generica

«Sono il più presente al festival, dopo Beppe Vessicchio». Vittorio Cosma racconta la nuova avventura al Festival di Sanremo, scherzando sugli anni che passano e sull’esperienza che si porta sulle spalle. Il compositore e musicista nato e cresciuto a Comerio infatti, anche quest’anno è a Sanremo in occasione del Festival della Canzone Italiana.

Negli anni infatti, ha vestito il ruolo di direttore d’orchestra accompagnando gli artisti in gara (e non solo, in molti ricordato la sua presenza al fianco di Patty Smith ad esempio ndr), mentre quest’anno è con Nicola Savino nella “banda” dell’Altro Festival. Il programma è in onda dopo la tradizionale kermesse e vede tanti ospiti, tra cui i cantanti in gara.

«Sono contento, sta andando molto bene e abbiamo sempre tantissimi ospiti. Dietro al programma c’è una squadra molto forte, capace di realizzare un programma divertente e molto intelligente. Ci divertiamo». Vittorio Cosma è ormai un esperto del dietro le quinte sanremese e vive il festival come un appuntamento fisso: «Ogni anni è sempre un piace tornare, qui si respira una bella atmosfera».

Intanto, ad un giorno dalla finalissima, gli chiediamo un commento su questa settantesima edizione: «È il festival di Sanremo, con alcune cose belle e altre meno belle, con canzoni interessanti e altre meno. Direi una edizione “classica”». Tra le cose più interessanti segnala: «Il pezzo di Morgan e Bugo e quello di Tosca che potrebbe diventare un classicone. Complimenti poi, a Rita Pavone per la verve, questo dimostra che si può fare rock’n’roll a qualsiasi età. Mi piace molto anche Rancore». Pronostici invece non ne fa: «Non saprei, però ti posso dire di seguire “L’Altro Festival” perchè c’è una parte con Achille Lauro da non perdere».

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore