La storia di oggi la raccontano i burattini

Portare il teatro dei burattini a casa via Facebook: il tentativo delle maestre della Scuola dell'infanzia Colombo Morandi di Uboldo

Generico 2018

Anche la Scuola dell’infanzia Colombo Morandi di Uboldo sposa l’idea della didattica 2.0 e da lunedì ha iniziato a postare sulla pagina Facebook dell’asilo una serie di video girati con il telefonino alle maestre con l’idea di testimoniare vicinanza ai bambini e fornire loro “idee, spunti di gioco e divertimento”.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 4 marzo, la proposta è stata realizzata con “Fiaba animazione e spettacolo” di Andrea Silvio Anzani, che già collabora abitualmente con la scuola: le maestre hanno ripreso in una diretta Facebook una storia raccontata dai burattini sul palco del micro teatro (vuoto), interpretata appositamente per i bambini.  Il tentativo di offrire ai bambini in questi giorni “un modo alternativo ai libri per raccontare” – spiega la coordinatrice Valeria – In questa situazione di emergenza è importante tenere viva la relazione educativa tra scuola e famiglia, tra bambini e noi adulti anche fornendo occasioni particolari”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.