Kolaj dice ancora “sì” alla Pro Patria

L'attaccante classe 1999 torna in prestito in biancoblu dal Sassuolo per il secondo anno

aristidi kolaj calcio pro patria

Sarà ancora biancoblu il futuro di Aristidi Kolaj.

L’attaccante albanese – ma residente nel varesotto – classe 1999 di proprietà del Sassuolo, torna alla Pro Patria, ancora in prestito.

Sarà la seconda stagione a Busto Arsizio per “Ari”, che al primo anno ha fatto vedere belle giocate e tanta personalità, conditi da due gol.

La passata annata si è però chiusa con un brutto infortunio al ginocchio per Kolaj, che lo ha costretto a un lungo stop.

Il comunicato del club:

Aurora Pro Patria 1919 comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’U.S. Sassuolo le prestazioni sportive del calciatore Aristidi Kolaj.

Per il secondo anno consecutivo, l’attaccante classe 1999, già nazionale albanese Under 21, vestirà la maglia bianco-blu.

Aristidi ha voluto fortemente tornare a Busto Arsizio, sentirsi tigrotto ed essere parte del Club.

La Società lo ha sempre considerato un obiettivo primario.

Ora il legame si consolida.

Pro Patria e Kolaj, ancora insieme per crescere, verso nuovi traguardi!

Bentornato ARI!

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.