Quantcast

EcoRun a Villa Mylius, a sostegno del Parco Gioia

La manifestazione si svolgerà il 17 e 18 ottobre con una staffetta 24h nel parco cittadino e tanti contributi virtuali anche dal giardino di casa

Giochi inclusivi al Parco Gioia

La seconda edizione della EcoRun Varese si svolgerà il 17 e 18 ottobre in un’inedita versione “virtuale” a sostegno del Parco Gioia, la prima area giochi davvero inclusiva della città di Varese.
Il cantiere per la sua realizzazione è partito quest’estate grazie ad una raccolta fondi velocissima che, nonostante il lockdown, ha permesso di raccogliere quasi tutta la cifra necessaria. Quasi: per finanziare l’ultimo tassello del progetto (i percorsi tattiloplantari per le persone ipovedenti attorno alle 5 isole dell’area giochi) arriva la Eco Run 2020, che si svolgerà in modalità virtuale per la distanza ed il percorso:  ogni partecipante sceglierà in autonomia correndo, camminando, pedalando all’insegna della solidarietà, anche nel giardino di casa

L’evento si svolgerà nel weekend di sabato e domenica 17-18 ottobre 2020 e avrà come corollario, per chi vuole correre in gruppo, una staffetta di 24 ore (dalle ore 12 di sabato fino a mezzogiorno di domenica) lungo un percorso di circa 1 km all’interno del Parco di Villa Mylius (dove sorgerà la nuova area giochi inclusiva), nel rispetto delle disposizioni previste per l’emergenza in atto.
Durante la manifestazione il Mylius Café ospiterà il concerto del gruppo musicale THE ROYALS.
Per partecipare è possibile effettuare una donazione sulla piattaforma La Rete del Dono a questo link.
La donazione potrà essere utile per l’acquisto del ticket di partecipazione alla Virtual Race.

Si tratta di realizzare l’ultimo sforzo per completare il progetto sostenuto dall’Associazione Spina Bifida (Asbi) presieduta da Maria Cristina Dieci come perché rappresenta “un nuovo significativo passo verso l’integrazione e lo sviluppo delle autonomie, pilastri fondamentali per migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità.

Il gioco, oltre ad essere un diritto di tutti i bambini, come sancito dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, è un potente strumento di inclusione, abbatte le barriere sociali e getta solide basi per la crescita di adulti consapevoli e rispettosi.   Il gioco è un’esperienza essenziale ed è necessario che la nostra società si adoperi per garantire piena soddisfazione di questo bisogno in un’ottica di accessibilità, inclusività e integrazione.

Da queste basi nascono l’idea e la voglia di ASBI di mettersi in prima linea per la realizzazione di un parco inclusivo a Varese, città che ormai da diversi anni ospita le attività dell’associazione con grande entusiasmo e coinvolgimento. ASBI ha accettato di condividere la sfida di Emanuela Solimeno e di Anita Romeo, due mamme di bimbi con disabilità motoria, che hanno coinvolto attivamente la comunità per la creazione di un punto di aggregazione sociale e di libertà per i futuri cittadini.

I promotori della EcoRun riservano un particolare ringraziamento, oltre al Comune di Varese patrocinatore dell’evento, alla ASD Campus Varese Runners e ai partner ANC (Associazione Nazionale Carabinieri- Sezione di Varese), la Famiglia Bosina e Legambiente.
In caso di pioggia la manifestazione sarà rinviata al weekend successivo.

 

di
Pubblicato il 28 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore