Quantcast

Tre.Ci. Servizi: “Covid e scuole, indispensabile una buona gestione della sicurezza”

Scuole sotto i riflettori in questi giorni di rientro in aula anche per chi si occupa di sicurezza, che in molti casi è stato chiamato dagli istituti scolastici per mettere a punto tutte le procedure necessarie

Tre.Ci servizi

Scuole sotto i riflettori in questi giorni anche per chi si occupa di sicurezza, che in molti casi è stato chiamato proprio dagli istituti scolastici per mettere a punto tutte le procedure necessarie a riavviare le lezioni in presenza.

E’ il caso di Tre.Ci Servizi, società specializzata in servizi tecnici alle imprese che fa parte del Gruppo Confcommercio Imprese per l’Italia Ascom Gallarate e Malpensa ed è controllata al 100 % da Ascom Servizi Gallarate.

«Tre.Ci. Servizi è un ente accreditato per la formazione presso la Regione Lombardia e attraverso la formazione riesce a supportare le aziende ed il tessuto imprenditoriale del territorio – dice il neo presidente Roberto Lopresti – In questo periodo l’istruzione e le istituzioni scolastiche sono sotto la lente di ingrandimento e lo sono anche per Tre.Ci. poiché tra i nostri clienti vi sono istituti scolastici e centri di formazione».

«In azienda abbiamo avviato il 9 giugno scorso il nostro primo corso di formazione in presenza secondo le indicazioni della circolare dell’8 giugno – aggiunge l’Amministratore delegato della società Daniele Grigioni (nella foto) –  Crediamo che sia possibile garantire condizioni di sicurezza ponendo attenzione agli aspetti che contrastano la diffusione del virus. Abbiamo supportato gli istituti scolastici e i centri di formazione nella riorganizzazione dei loro servizi dal momento di emanazione delle prime linee guida del Ministero dell’Istruzione a fine giugno scorso, per non farci trovare impreparati all’inizio del nuovo anno scolastico. Siamo consapevoli che, in questo momento, occorre una buona gestione della situazione garantendo accesso ad una diagnosi rapida per intercettare e immediatamente circoscrivere i casi di positività al Covid19; questo perché un banale raffreddore di un alunno non si trasformi in un problema per un’intera classe e per le famiglie degli studenti; minore sarà il periodo di tempo che intercorre tra l’identificazione del sospetto caso  e la diagnosi definitiva, minore saranno i disagi sociali e le ripercussioni sulle imprese in cui lavorano i genitori degli studenti».

«Occorre che le istituzioni stabiliscano protocolli efficaci per gestire una situazione con cui saremo costretti a convivere ancora a lungo – conclude Grigioni – Il nostro obiettivo, ora più di prima, è quello di fornire ai nostri clienti un costante supporto attraverso i nostri esperti in materia e la forte partnership con i medici del lavoro per facilitare la gestione del business evitando di esporsi a rischi onerosi in termini di risorse aziendali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore