Incontra un’infermiera in ospedale a Gallarate e la perseguita per mesi

In manette un 41enne con problemi mentali e atteggiamenti violenti. Aveva spesso aggredito anche il padre, costretto poi ad andarsene di casa

gallarate commissariato volante polizia

L’aveva colpito, quell’infermiera incontrata in occasione di una visita medica. E per settimane l’ha perseguitata, inventandosi motivi per passare in ospedale, poi danneggiandole la moto per ripicca: protagonista, un 41enne di Gallarate, con problemi psichiatrici, arrestato dalla polizia per stalking.
Un caso non isolato: l’uomo infatti aveva atteggiamenti violenti e di prevaricazione anche nei confronti del padre.

Gli agenti del Commissariato di Gallarate l’hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Busto Arsizio. Il provvedimento è stato emesso a seguito di richiesta della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, alla luce degli elementi dagli investigatori. Che avevano ricostruito un quadro di reati di stalking e maltrattamenti in famiglia.

A carico dell’arrestato, infatti, si sono accertati innumerevoli (quasi quotidiani) episodi di maltrattamenti in famiglia ai danni del padre sessantanovenne e affetto da grave patologia cardiaca. Danneggiamento di mobili e suppellettili, urla, insulti, minacce di morte e persino vere e proprie aggressioni fisiche,  registrati dal 2019. Nel gennaio scorso il 41enne aveva colpito con un violento pugno in testa l’anziano genitore. L’anziano si era dovuto allontanare da casa per rifugiarsi nel garage di un vicino, per poi andare a vivere in un luogo improvvisato di dimora.

Ma il soggetto non si è limitato appunto ai maltrattamenti in famiglia. A carico del 41enne ci sono infatti anche gli episodi di stalking perpetrati nei confronti di una giovane infermiera dell’Ospedale di Gallarate. L’haconosciuta nell’estate del 2020 in occasione di una visita medica e da allora l’uomo si è presentato con frequenza inquietante in ospedalem per cercare di contattare la ragazza, alla quale ha confessato di essersi innamorato, arrivando persino a proposte sessuali esplicite.

Malgrado i diversi no ricevuti dalla ragazza, l’uomo non ha desistito nelle sue morbose intenzioni, arrivando persino a danneggiare la moto che la infermiera utilizzava per recarsi al lavoro, per attirare la sua attenzione. Per la giovane la vita è diventata un inferno, è stata costretta a modificare le proprie abitudini per eludere le costanti attenzioni del 41enne. Alla fine, esasperata, ha sporto denuncia presso il Commissariato.

L’uomo, affetto da disturbi mentali, dopo gli atti di rito, è stato portato in carcere a Monza, istituto dotato di articolazione psichiatrica idonea a gestire casi del genere.

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.