Gallarate, prato e luci per valorizzare la chiesetta di San Pietro

Completato l'intervento con nuovo tappeto erboso, piantine e punti luce Led. L'invito degli assessori ai cittadini: "Ora rispettiamo quello spazio, usiamolo correttamente

gallarate generico

Dopo due settimane, sono conclusi i lavori per ridare dignità alla zona intorno alla chiesa di San Pietro, monumento nazionale a Gallarate.

Un intervento che comprende nuovo tappeto erboso, piantine che delimitano la zona per evitare l’ingresso ai cani, nuova illuminazione.

«L’area era indecorosa, ora è stata riqualificata ma ora deve essere preservata con la collaborazione di tutti i cittadini» dice l’assessore al commercio Claudia Mazzetti. Che ribadisce con chiarezza: «Non è un’area sgambamento cani, ma la piazza che accoglie il nostro monumento nazionale».

Attenzione particolare ci sarà per le prossime settimane, «perché il tappeto erboso deve radicarsi bene e può essere compromesso se viene calpestato» dice Mazzetti, che ricorda che l’area è anche videosorvegliata.

«Abbiamo allertato le Forze dell’Ordine per arrivare a sanzionare chi si comporta in modo inurbano» aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Sandro Rech. «È inutile sistemare se poi lo stesso cittadino che si lamenta del degrado lo causa». Rech chiede attenzione anche ai proprietari di cani: «Gli animali devono essere curati dai padroni, sono stati segnalati cani che vengono lasciati liberi dai proprietari di girare per la piazza senza alcuna cura». Le piantine di Barberis purpurea servono proprio a “scoraggiare” l’ingresso dei cani.

Rimettere mano alla zona tra piazza Libertà e piazzetta San Pietro

La zona su cui si è intervenuto fa da cerniera tra due piazze molto diverse: la frequentata piazza Libertà e la misconosciuta piazzetta San Pietro, slargo usato soprattutto come parcheggio e che si è rivelato problematico nel tempo, dal punto di vista del decoro e dei comportamenti.

Guarda con un certo ottimismo Maria Giuffrida, del Cardamomo, che sta investendo per ampliare il locale: «L’intervento qui era una promessa che mi era stata fatta prima ancora del lockdown, sono contenta che ora si realizzi: è buon punto di partenza, confidiamo nel senso civico di tutti».

«I commercianti della zona sono tutti più che felici che si sia messa mano ad un’area un po’ abbandonata» dice Luca Filiberti, del Naga. «Sapendo che è l’inizio di una serie di interventi che dovrà portare più verde nel centro della città».

Gli uomini che riscoprirono San Pietro

Valorizzare la chiesa di San Pietro

L’intervento intorno alla chiesa non si limita solo al verde. «È stato anche rifatto l’impianto di illuminazione posizionando dei Led, nove punti luce impreziositi da un contorno in rizzata in sassi del Ticino» dice l’assessore Rech.

È stato posizionato anche un impianto di irrigazione. Più in generale, sottolinea Mazzetti, «è stato così reso più chiaro anche il percorso pedonale per accedere alla piazza e alla chiesa, aiutando i cittadini a vivere nel modo giusto l’area».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Gianluca Tonellotto
    Scritto da Gianluca Tonellotto

    … plauso!! … quando è dovuto è dovuto … un’intervento che serviva …
    adesso bisognerebbe anche guardare poco più in là
    con il retro abbandonato del Minoletti, i posti auto accanto allo stesso edificio da ridurre a verde (in parte recuperandone con la possibilità di proseguire quelli a spina di pesce)
    con il tutto il lungo portico opposto alla chiesetta di San Pietro da riqualificare (perchè tutti lo annunciano e nessuno lo realizza)

    firmato GMT “hater sinistro” che non apporta contributi

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.