Si è conclusa a Varese la 34esima edizione di Italian Raid Commando

La competizione internazionale per pattuglie militari riservata a squadre militari in servizio attivo, della riserva e di scuole militari di nazioni della Nato ed amiche, si è svolta sul territorio della provincia di Varese dal 10 al 12 giugno

Italian Raid Commando a Varese

(Immagine di repertorio) – Si è conclusa oggi a Varese con la tradizionale sfilata e con la premiazione dei vincitori la 34esima edizione di Italian Raid Commando, la competizione internazionale per pattuglie militari riservata a squadre militari in servizio attivo, della riserva e di scuole militari di nazioni della Nato ed amiche.

La competizione, che si onora da anni del titolo di “Trofeo Ministro della Difesa” ed è patrocinata dai Comuni di Varese e
Bisuschio, si è svolta sul territorio della provincia di Varese dal 10 al 12 giugno, con 20 squadre partecipanti provenienti da Germania, Inghilterra, Italia, Lettonia, Olanda, Francia e Svizzera. Le squadre, che hanno installato il campo base a Bisuschio hanno svolto un’esercitazione su un percorso di 30 chilometri, con dislivello di 1000 m su terreno naturale nelle Prealpi varesine, in Valceresio e sul lago Ceresio, per un totale di circa 15 ore di gara, dalla notte del venerdì al pomeriggio di sabato, senza soluzione di continuità e con 15 prove tecniche da superare.

Venerdì presso il campo di tiro Defence 360 di Arcisate, si sono svolte le sessioni di tiro in poligono che hanno permesso a ben 20 tiratori di ottenere il brevetto Unuci Lombardia di tiro (2 livello oro, 8 livello argento, 10 livello bronzo).

Le squadre, composte ciascuna da quattro componenti, hanno raggiunto, utilizzando mappe, GPS e tecniche di orienteering,
più di 15 punti di controllo dove hanno svolto alcune prove a carattere fisico, tecnico e militare, in aderenza al tema tattico che quest’anno era la pattuglia da ricognizione in ambiente ostile.

Nella giornata di venerdì si è svolta la tradizionale deposizione di una corona al monumento ai Caduti di Bisuschio, a cui ha
fatto seguito la cerimonia dell’alzabandiera ufficiale presso l’area feste del paese.

Oggi la cerimonia di premiazione a Varese, con la deposizione di corona al monumento ai Caduti, cui è seguita la sfilata con l’accompagnamento dalla Fanfara Alpina di Capolago fino ai Giardini Estensi dove, alla presenza delle autorità locali e militari, si sono svolte le premiazioni dei vincitori.

La 34° edizione della competizione internazionale Unuci è stata vinta dalla squadra lettone Latvian National Guard, mentre al secondo posto si è piazzato l’11° Reggimento Bersaglieri delle Forze armate italiane.

Premi di categoria sono andati all’11° Reggimento Bersaglieri per la categoria “Squadre italiane in servizio attivo”, alla 43° Brigade Verkennings Eskadron olandese per la categoria “Squadre straniere in servizio attivo”, all’ Unuci per la categoria “Squadre italiane in congedo” e al Student Infantry Battaillon della Lettonia per la categoria “Squadre straniere della riserva”.

Premi speciali, infine, per il tiro sono andati alla squadra di Unuci Torino e per la prova di primo soccorso alla squadra
svizzera dell’Assu Lugano.

L’Unuci, Unione Lombarda Ufficiali in congedo d’Italia è stata costituita nel 1919 e ha dato origine all’Unuci nazionale nel 1926. Ha in organico più di 4000 iscritti, che operano in 18 sezioni lombarde; ha sede a Milano in via del Carmine 8 presso il Comando Militare Esercito Lombardia. Aggrega Ufficiali in congedo di tutte le Forze Armate e corpi armati dello Stato, promuovendo e cementando i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio e mantenendo un livello di addestrament idoneo alle eventuali esigenze delle Forze Armate italiane.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 12 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.