Yoga per bambini e genitori con il CSK di Busto Arsizio

L'iniziativa è proposta dal club affiliato a UISP. Il metodo prescelto è quello del Balya Yoga che aiuta i più piccoli ad acquisire sicurezza e autostima

yoga speciale uisp

Il Csk, centro all’avanguardia per il karate e per la cultura sportiva affiliato alla Uisp, offre per sabato 20 gennaio prove gratuite di yoga per genitori e figli in collaborazione con Decathlon. L’appuntamento è previsto nella sede di via Magenta a Busto Arsizio, a partire dalle 11.

«Oggi più che mai i bambini mostrano l’esigenza di riappropriarsi dei propri spazi e di esplorare il loro mondo interiore – spiega Paolo Busacca di Csk – In quest’ottica, lo yoga offre anche ai più piccoli un efficace strumento per conoscere se stessi e avere consapevolezza sempre maggiore delle proprie emozioni».

Nel progetto yoga genitori-figli, Csk utilizza il metodo Balya Yoga, nato con l’intento di far scoprire ai bambini il mondo dello yoga attraverso il gioco e la creatività, sperimentandolo insieme al papà, alla mamma o a entrambi.
Ci sono benefici sia per i grandi che per i piccoli. I bambini hanno l’opportunità di trascorrere del tempo “esclusivo” con i genitori, senza interruzioni o distrazioni. Sperimentando nuove modalità espressive e di esplorazione del mondo con i genitori si acquista sicurezza e autostima.

Ai genitori, invece, serve tornare in una dimensione ludica persa da tempo. La relazione con il figlio in un contesto diverso dal solito, svincolato dal ruolo comunemente ricoperto, consente di risvegliare “l’io bambino”. È utile anche avere un momento di scambio a livello di gruppo, che offre a tutti un’opportunità di confronto.

Il metodo Balya yoga propone un tipo di yoga creato su misura per i bambini, molto diverso da quello per gli adulti, perché il bambino ha una propria costituzione fisica e psichica, la cui caratteristica è l’essere in via di sviluppo. Il bimbo è al centro di tutto, ed è lui che aiuta il genitore (e non viceversa). Un’altra particolarità è quella di alternare momenti ludici a momenti distensivi, guidando i bambini verso un percorso introspettivo ed educarli al silenzio e all’ascolto di sé. Lo yoga diventa così un gioco, attraverso cui conoscersi e promuovere la sintonia fra genitore e figlio.

Le posizioni yoga rappresentano animali, fiori, piante, e altri elementi che fanno parte della quotidianità del bambino e vengono proposte attraverso il racconto di storia. Un obiettivo è la corretta respirazione che viene insegnata attraverso giochi e semplici esercizi. Vengono anche proposte attività creative che hanno lo scopo di esprimere emozioni e stati d’animo.
Lo yoga genitori e figli si rivolge a bambini dai 3 ai 13 anni accompagnati da un genitore (o un altro parente, no baby sitter).
Il 26 gennaio, alle 20.30, sempre nella sede di via Magenta 86, il Centro Studi Karate ha organizzato una serata dal titolo «I bambini Dsa hanno i super poteri», per parlare delle molteplici potenzialità dei Dsa oscurate dalle difficoltà in ambito scolastico. Interverrà l’osteopata e fisioterapista Davide Baroncini.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 17 Gennaio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.