Renato Furigo, l’assessore volontario di Cuveglio in “tournée“ nelle valli per la prevenzione oncologica

Insieme al maestro di pianoforte Mauro Guarneri, il duo "Men in Black" propone spettacoli musicali ricchi di aneddoti e brani leggendari degli anni '60, '70 e '80. “Abbiamo cominciato lo scorso anno, ed è stato un successo"

Generico 26 Feb 2024

Renato Furigo (foto), assessore cuvegliese e volontario, sta portando la sua passione per la musica e il suo impegno nel volontariato a un nuovo livello, intraprendendo una vera e propria tournée a favore della prevenzione oncologica.

Insieme al maestro di pianoforte Mauro Guarneri, il duo “Men in Black” ha intrattenuto il pubblico con spettacoli musicali ricchi di aneddoti e brani leggendari degli anni ’60, ’70 e ’80. Ma c’è di più dietro a questa iniziativa: ogni performance serve a raccogliere fondi per la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (LILT) sezione Valcuvia-Luino.

Il percorso artistico di Furigo e Guarneri ha avuto inizio sabato 15 aprile 2023, quando il duo si è esibito gratuitamente all’Auditorium di Maccagno, messo a disposizione dal Comune. Il tema della serata ha toccato corde emotive, esplorando il legame tra ricordi personali e le indimenticabili melodie dei decenni passati. Renato Furigo ha assunto il ruolo di voce narrante, introducendo ogni canzone con aneddoti personali che si collegano agli eventi e ai luoghi degli anni d’oro della canzone italiana, permettendo al pubblico di identificarsi con le esperienze raccontate.

In veste di volontario della LILT, ha parlato con passione dei poliambulatori di prevenzione oncologica presenti in Valcuvia e Luino. Inoltre, ha evidenziato la sua lunga esperienza nel volontariato, che si estende anche alle case di riposo del territorio, dove porta momenti di svago attraverso la musica e il canto.

Il successo della prima esibizione a Maccagno ha spinto il duo a portare avanti la loro iniziativa a favore della prevenzione. Da allora, hanno tenuto spettacoli gratuiti al Teatro Sociale di Luino e al teatro comunale di Cuvio. Con il programma del 2024, Men in Black si prepara a coinvolgere nuovamente il pubblico in serate piene di nostalgia e divertimento, con tappe in diversi teatri della zona (Le date: 23 marzo al teatro SOMS di Caldana; 6 aprile al teatro Auditorium di Maccagno; 11 maggio Ex chiesa di San Carlo a Grantola; 25 maggio al teatro Sociale di Montegrino-Valtravaglia; 1 giugno al teatro Italia di Germignaga). L’obiettivo principale di questa tournée è raccogliere fondi a sostegno della LILT, contribuendo così alle attività dei poliambulatori di prevenzione oncologica. La solidarietà si fonde con il divertimento in queste serate imperdibili, dove i ricordi si rivivono attraverso la musica. In un messaggio unanime, gli organizzatori invitano il pubblico a partecipare numeroso: «Vi aspettiamo per una serata di solidarietà e divertimento, perché insieme possiamo fare la differenza nella lotta contro il cancro».

LA LILT E IL LAVORO DI PREVENZIONE NELLE VALLI

La Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (LILT) sezione Valcuvia e Luino si distingue come un faro di speranza nella lotta contro il cancro, grazie all’impegno incrollabile di circa 50 volontari che lavorano incessantemente per promuovere la prevenzione e sostenere chi combatte questa malattia.

Una rete di volontari al servizio della comunità

I volontari della LILT sono il cuore pulsante dell’organizzazione, dedicando il loro tempo e le loro energie per sostenere la missione della Lega. Tra i loro molteplici compiti, spicca l’importante ruolo di assistenza e supporto ai medici nei Poliambulatori di prevenzione. Questo contributo diretto si estende anche all’assistenza durante gli screenings senologici negli ospedali, evidenziando l’impegno costante nell’individuare precocemente le patologie.

Ma la LILT non si ferma alla mera assistenza medica. I volontari sono anche artefici di attività ricreative e eventi sociali come pranzi e cene, creando un ambiente di sostegno e comprensione per chi vive la difficile esperienza della malattia.

Poliambulatori specializzati e iniziative territoriali

La presenza attiva della LILT si riflette nei poliambulatori di prevenzione, specializzati in diverse discipline. A Cuveglio, è possibile accedere a servizi dermatologici, mentre Luino offre consulenze senologiche. Casalzuigno dispone di un ginecologo, Orino di un urologo, e gli ambulatori di Otorino, Cardiologia e Pneumologia sono altri punti di riferimento per la prevenzione.

L’impegno della LILT si espande anche nei territori circostanti. Attraverso giornate di prevenzione, cliniche mobili offrono servizi di visite, ecografie e mammografie al seno, raggiungendo paesi come Luino e Varese. Campagne specifiche, come il “Nastro Rosa” per la prevenzione al seno e il “Percorso Azzurro” per la prevenzione alla prostata, hanno coinvolto i comuni di Cuveglio, Casalzuigno, Cunardo, Luino, e prossimamente Germignaga e Portovaltravaglia.

Iniziative solidali a sostegno della LILT

La LILT non si limita alla prevenzione medica, ma abbraccia anche la comunità con varie iniziative di raccolta fondi. Oltre alle visite preventive, i volontari hanno organizzato pranzi, cene, spettacoli teatrali e presentazioni di libri. Tutte queste attività sono volte a garantire che la LILT possa continuare a svolgere il suo importante lavoro, coprendo i costi necessari per le visite mediche e il materiale sanitario.

In un momento in cui la prevenzione e il sostegno sono fondamentali, la LILT sezione Valcuvia e Luino dimostra come una comunità unita possa fare la differenza nella lotta contro il cancro. L’impegno dei volontari e il supporto della popolazione locale sono la chiave per un futuro più sano e consapevole.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 27 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.