Al Centro Medico SME lo screening del Cancro Mammario con risonanza in 10 minuti

Il Centro Medico di via Pirandello ha adottato un protocollo abbreviato sulla tecnica Risonanza Magnetica con DWI (Diffusion-weighted Imaging) ad alta risoluzione

Centro medico Sme

L’importanza della diagnosi precoce del cancro mammario è ormai assodata sia in ambito scientifico sia nel comune sentire femminile. Diverse modalità diagnostiche sono oggi disponibili e vengono applicate sulla base dell’età e del rischio oncologico personale. Tra queste lo screening del cancro al seno mediante Risonanza Magnetica (RM) con protocollo abbreviato si sta rivelando uno dei metodi diagnostici più promettenti, in particolare nelle donne ad alto e medio rischio.

Il Centro Medico SME, da sempre attento all’innovazione tecnologica nella Diagnostica per Immagini, ha da tempo attivato da un programma di diagnosi precoce del cancro mammario, comprendente tutte le modalità di imaging oggi disponibili: Mammografia 3D con Tomosintesi, ABUS – 3D Automated Breast Ultrasound, Ecografia mammaria 2D ad alta risoluzione, Elastografia mammaria, Risonanza Magnetica (RM) mammaria Multiparametrica a protocollo completo e Risonanza Magnetica (RM) mammaria Biparametrica a protocollo breve.

È dimostrato che la Risonanza Magnetica permette di rilevare tumori al seno in fase iniziale, non visibili alla mammografia. Per questo, dal 2018, diverse Società Scientifiche hanno altamente raccomandato la RM annuale come esame di screening nelle donne con familiarità per cancro mammario o con seni significativamente densi per prevalenza della componente fibroghiandolare. La RM mammaria con protocollo completo prevede diversi tipi di sequenze e l’iniezione di mezzo di contrasto per via endovenosa, richiedendo circa 30 minuti di esame. Nonostante l’eccellente accuratezza diagnostica, l’applicazione della RM come strumento di screening è tuttavia ostacolata dai costi elevati e da tempi d’esame e di interpretazione delle immagini più lunghi rispetto agli altri organi.

Centro medico Sme

Una svolta nell’applicazione della RM si è tuttavia verificata di recente, dopo che vari studi scientifici hanno dimostrato come, utilizzando dei protocolli RM abbreviati, della durata di circa 10 minuti, mediante apparecchiature ad alto campo e con alta risoluzione, sia possibile ottenere un’accuratezza diagnostica che si avvicina alla RM con protocollo completo. Uno dei protocolli sperimentati non prevedono nemmeno il ricorso al mezzo di contrasto, evitando di conseguenza l’assistenza anestesiologica per eventuali reazioni al farmaco. Questo approccio non solo riduce i tempi di acquisizione e di interpretazione delle immagini, ma anche i costi dell’esame.

Tra i diversi tipi di protocollo abbreviato propositi in letteratura, Il Centro Medico SME ha adottato quello basato sulla tecnica RM con DWI (Diffusion-weighted Imaging) ad alta risoluzione che analizza la diffusione delle molecole d’acqua nei tessuti a livello microscopico, senza ricorrere al mezzo di contrasto. I tumori maligni del seno mostrano frequentemente una diffusione limitata delle molecole d’acqua rispetto ai noduli benigni. Grazie a questa particolarità, la tecnica DWI presenta nei seni densi un’elevata accuratezza diagnostica, con sensibilità di circa il 75%, superiore pertanto alla mammografia limitata al 50-60%.
Va ovviamente sottolineato che anche la RM-10 minuti con DWI può avere delle limitazioni in quanto non rileva tutti i tumori e in alcuni casi può dare informazioni falsamente positive dovute alla scarsa diffusività delle molecole d’acqua in alcune alterazioni benigne. Va pertanto necessariamente utilizzata in combinazione con le altre metodiche di imaging mammario.

La situazione ideale per un corretto iter diagnostico è innanzitutto personalizzare la diagnosi in base allo specifico rischio oncologico delle pazienti. In secondo luogo, essere dotati di tutte le metodiche di imaging disponibili per lo studio della mammella.
Sulla base di questi presupposti e tenendo conto che la diagnosi precoce offre maggiori probabilità di guarigione, il Centro Medico SME ha adottato tutte le tecnologie disponibili ed è in grado di coprire il percorso diagnostico dalla diagnostica non invasiva sino alla biopsia ecoguidata.

Scopri di più sul Centro Medico SME – Diagnostica per Immagini – Via L. Pirandello, 31 Varese, localizzato nel complesso immobiliare CAMPUS.

di
Pubblicato il 29 Marzo 2021

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.