Arrestato lo zio della giovane morta nell’incidente di sabato

Dopo aver saputo della notizia della morte della nipote era evaso dai domiciliari in provincia di Taranto per raggiungere la famiglia della moglie. La procura di Busto ha aperto un fascicolo per omicidio colposo sull'incidente

La vicenda della morte di Debora Scorrano, la giovane diciassettenne rimasta uccisa dallo schianto dell’auto sulla quale era a bordo sabato notte a Oggiona Stanto Stefano, ha avuto un ulteriore triste seguito. E’ stato arrestato ieri, infatti, uno zio acquisito della ragazza perchè evaso dagli arresti domiciliari in un paese in provincia di Taranto. Il parente, marito della sorella della madre della ragazzina, ha lasciato la sua abitazione nella quale era ristretto da una misura di custodia cautelare con le accuse di traffico di sostanze stupefacenti e tentato omicidio per raggiungere la famiglia della sorella a Mornago e stare vicino a loro in questo terribile momento di lutto per la morte della giovane. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione. Agli uomini dell’Arma ha spiegato i motivi della sua "fuga" legati al grave lutto che ha colpito la famiglia della moglie, spiegando anche di aver chiesto alla caserma del luogo dove è ai domiciliari un foglio di via che doveva essere comunicato alla caserma di Mornago; il foglio però non è mai arrivato e l’uomo si è così recato spontaneamente dai carabinieri, che non hanno potuto fare altro che trattenerlo.

Intanto il sostituto procuratore Francesca Parola ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, come da prassi in questi casi, e ha disposto l’autopsia sul corpo della giovane ragazza.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 19 Marzo 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.