Mercatino contadino e laboratori, l’agricoltura in piazza

Il mercato a filiera corta, organizzato da associazioni di contadini, è approdato a Gallarate da tre anni e regge alla crisi. Domenica prossima, per la giornata ecologica, si va anche "sul pratico", con il corso di potature

Frutta, verdura, ma anche vino, salumi e dolci tipici. Il mercato contadino di Gallarate ha festeggiato da poco tre anni di vita, regge alla crisi e anzi si "allarga", ora anche con un laboratorio pratico per aspiranti contadini, organizzato in occasione della "Domenica Ecologica" organizzata dal Comune (e che prevede anche il blocco del traffico nelle vie del centro).
L’esperienza è iniziata tre anni fa, un po’ agli albori del fenomeno dei "farmers market" in provincia: a tenere le fila di produttori è l’Associazione Terre&Mani, ma ci sono anche realtà coinvolte. «Siamo alla 38° edizione del Mercato, considerando che è mensile su dodici mesi all’anno in pratica è poco più di tre anni. Un mercato consolidato e non temporaneo» spiega Dino Crivelli, dell’associazione Il Crivello. «La quantità di espositori varia normalmente da 12 a 16, a seconda delle produzioni di stagione. Abbiamo mantenuto questi numeri per rappresentare tutte le produzioni, ma senza creare sovrapposizioni».

Il mercatino propone prima di tutto produzioni della provincia di Varese, comprese quelle più tipiche come le Pesche di Monate (ma anche gli stessi amaretti di Gallarate, nel "reparto" dolciario). Poi ci sono le produzioni del vicino Piemonte (Novara) e di quello un po’ più lontano, da Vercelli, Asti, Cuneo. E ancora le più sporadiche presenze di produttori o prodotti che vengono da più lontano, dalla Liguria, dalla Toscana, dal Sud Italia. Tra i prodotti di maggior successo ci sono frutta e verdura di vario tipo, i salumi e i formaggi, i dolci tradizionali. Ma si vendono bene anche il vino e l’olio. E la crisi? C’è, anche da queste parti, ma nel complesso le vendire reggono: «Anche noi abbiamo risentito della crisi generale che sta attanagliando l’Italia, anche se il nostro è un settore abbastanza vivace, che compensa i diminuiti consumi grazie ad una crescita dell’attenzione verso le produzioni di un certo tipo».

Il mercatino – che è già avviato da tempo – è un pezzo della sperimentazione della filiera corta, che a Gallarate si fa anche, ad esempio, grazie al Gruppo d’Acquisto Solidale "Gaspensa". Tra rispetto dell’ambiente, salvaguardia dell’agricoltura e attenzione all’autoproduzione, s’inserisce anche la novità che si sperimenterà domenica 27 gennaio, in occasione della "Domenica Ecologica": un  laboratorio (dalle 15 alle 17) organizzato dal Comune, in collaborazione con l’associazione "La Campagna" di Germignaga, con la presenza di un agronomo che farà una dimostrazione pratica di potatura e invasatura delle piante

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.