L’Italia concede un set alla Francia

Le azzurre restano a punteggio pieno nel proprio girone degli Europei battendo le transalpine per 3-1: male la ricezione nel terzo set, poi Costagrande prende per mano la squadra. Domenica sfida decisiva con il Belgio

Seconda partita e seconda vittoria per l’Italia della pallavolo agli Europei 2013: le azzurre sono a punteggio pieno nel girone B e domani contro il Belgio (inizio alle 18.30) avranno l’occasione di chiudere al primo posto, evitando così lo scoglio dei playoff per passare direttamente ai quarti di finale. La partita con la Francia presentava qualche difficoltà in più rispetto all’esordio contro la Svizzera, e questo lo si sapeva; difficile invece, dopo i primi due set, immaginare che Signorile e compagne (foto CEV) avrebbero ceduto un set alle transalpine, fin lì notevolmente fallose e poco ispirate. Invece nel terzo parziale l’Italia si distrae, soffre tantissimo in ricezione subendo 6 punti diretti e perde il filo della partita contro un’avversaria sempre più camaleontica (Vial utilizza tutte e 12 le giocatrici a sua disposizione). Il lato positivo è sicuramente la grande prestazione offensiva di Diouf e Costagrande (22 punti con il 56% in attacco e 4 muri), mentre le centrali non vedono più palla dopo un inizio promettente; maluccio invece Caterina Bosetti, sostituita da Sorokaite nel quarto set. In vista di sfide più probanti, il passaggio a vuoto di oggi è senza dubbio un campanello d’allarme, ma lo staff azzurro ha saputo cogliere i segnali: non a caso subito dopo la partita, invece di tornare in albergo, le giocatrici italiane si sono sobbarcate una seduta di pesi supplementare. L’Europeo, del resto, è ancora lungo e l’Italia vuole arrivare fino a Berlino.

LA PARTITA – Il gigantesco Hallestadion di Zurigo è pieno a metà per la prima partita della seconda giornata, in attesa delle padrone di casa impegnate in seguito contro il Belgio: pubblico freddino, aiuta però il dj che propone un campionario di classici (e meno classici…) della canzone italiana e francese.
Formazione confermata per le azzurre rispetto alla gara d’esordio; la Francia propone un assetto che cambierà più volte nel corso del match, con Tuifua in palleggio e Schleck opposto.
Un ace di Bauer sorprende inizialmente le azzurre (4-4) ma ci pensa Costagrande a fare la voce grossa: attacco e muro per il 9-6. L’italo-argentina è la migliore in questa fase dell’incontro insieme a Guiggi, che firma tre punti per il nuovo allungo del 15-9. Vial tenta di correre ai ripari inserendo Souply, Orle e Steux, ma Caterina Bosetti firma il 18-12 e Costagrande fa 20-14, prima della chiusura firmata proprio dall’albizzatese. Nel secondo set le transalpine ripartono con gli innesti già sperimentati in precedenza, ma la musica non cambia: subito 7-2 sul servizio di Diouf, poi 10-4 e 12-5. La Francia soffre enormemente in ricezione e subisce il 18-8 di Diouf, poi il 21-11 di Signorile; chiude Arrighetti per un nettissimo 25-15.

Partita che sembra già finita, ma non è così: con una formazione completamente rinnovata (dentro anche Jupiter) la Francia tiene testa alle azzurre nel terzo set, e anche quando le avversarie provano a scappare con Bosetti (8-5) recupera fino all’11-10 grazie a due ace di Souply. Ancora con il servizio Kloster aggancia la parità a quota 12 e due punti consecutivi di Bauer regalano alle francesi il break del 14-16. Bosetti e Diouf sbagliano per il 15-19; Mencarelli inserisce Barcellini e Sorokaite che provano a risollevare le sorti del set (18-20), ma la Francia si mantiene avanti con Jupiter, che sul 20-23 realizza anche i due punti necessari per riaprire la gara. Per il quarto set rientra Sorokaite, ma stavolta al posto di Caterina Bosetti, e Costagrande realizza subito 3 punti per il 4-1. La Francia prova a rientrare sul 6-5 ma sbaglia troppo; ne approfittano prima Diouf, poi Signorile con l’ace dell’11-6. Costagrande continua a essere inarrestabile in attacco (14-7, 16-9), le francesi sbagliano e Arrighetti piazza il muro del 20-12. L’incontro si avvia a una rapida conclusione, siglata dall’errore in battuta di Souply per il 25-16.

LE INTERVISTE – Non è sicuramente piaciuto a Marco Mencarelli il calo del terzo set, ma il ct italiano non ne fa un dramma: “Forse ci siamo rilassati un po’ troppo, ho visto qualche atteggiamento sbagliato, qualche giocatrice che rideva… Ma non voglio togliere merito alle avversarie, che hanno forzato la battuta al momento giusto. Per quanto ci riguarda siamo in crescita, come avevamo previsto. Domani c’è il Belgio, una squadra più organizzata rispetto alle francesi, non sarà facile”. E Lucia Bosetti? “In seconda linea si sente molto tranquilla e ci dà una grossa mano”. Moderatamente soddisfatta anche Noemi Signorile: “Siamo state brave a reagire dopo il terzo set, sicuramente il Belgio è più forte e dovremo scendere in campo con maggiore attenzione. Abbiamo voglia di far bene, dobbiamo solo restare concentrate”.
Carolina Costagrande, la migliore in campo, analizza così l’incontro: “Ci siamo adeguate troppo al ritmo blando della partita, ma forse è stato un bene perdere il terzo set: ci ha fatto capire che dobbiamo svegliarci e stare sempre attente. Sapevamo che sarebbe andata così, stiamo un po’ pagando il fuso orario e le tante gare di quest’ultimo periodo: partite come questa ci servono per riprendere il ritmo giusto”. L’ex bustocca Christina Bauer pensa già alla prossima partita: “L’Italia è più forte e lo sapevamo, domani contro la Svizzera non possiamo permetterci errori. Purtroppo fatichiamo un po’ perché non abbiamo giocato tanto insieme e abbiamo molte difficoltà a trovare l’intesa con la palleggiatrice”.

Italia-Francia 3-1 (25-16, 25-15, 20-25, 25-16)
Italia: Sorokaite 3, Barcellini, Signorile 1, Camera ne, De Gennaro (L), Guiggi 10, C.Bosetti 6, Folie ne, Arrighetti 10, L.Bosetti, Diouf 19, Costagrande 22. All. Mencarelli.
Francia: Kloster 6, Souply 12, Bauer 9, Jupiter 12, Tuifua 1, Rybaczewski 2, Orle 1, Ortschitt (L), Steux 1, Schleck 8, Fedele 3, Rochelle. All. Vial.
Arbitri: Azevedo (Portogallo) e Bakunovich (Bielorussia).
Note: Spettatori 4100. Italia: battute vincenti 2, battute sbagliate 8, attacco 50%, ricezione 52%-40%, muri 8, errori 18. Francia: battute vincenti 5, battute sbagliate 10, attacco 34%, ricezione 52%-24%, muri 9, errori 24.

Girone A – 1° Giornata (ven 6/9): Germania-Spagna 3-0 (25-15, 25-15, 25-17); Olanda-Turchia 2-3 (15-25, 16-25, 29-27, 26-24, 12-15). 2°Giornata (sab 7/9): Germania-Olanda 3-2 (27-25, 20-25, 22-25, 25-23, 15-9); Spagna-Turchia ore 20. Classifica: Germania 5; Olanda, Turchia 2; Spagna 0. Prossimo turno (dom 8/9): Spagna-Olanda ore 15; Germania-Turchia ore 18.
Girone B – 1° Giornata (ven 6/9): Italia-Svizzera 3-0; Francia-Belgio 1-3 (25-22, 19-25, 17-25, 17-25). 2° Giornata (sab 7/9): Italia-Francia 3-1; Svizzera-Belgio 0-3 (21-25, 16-25, 22-25). Classifica: Italia, Belgio 6; Francia, Svizzera 0. Prossimo turno (dom 8/9): Francia-Svizzera ore 15.30; Belgio-Italia ore 18.30 (diretta Rai Sport 1).
Girone C – 1° Giornata (ven 6/9): Azerbaijan-Croazia 0-3 (15-25, 23-25, 21-25); Bielorussia-Russia 1-3 (21-25, 25-22, 14-25, 14-25). 2°Giornata (sab 7/9): Azerbaijan-Bielorussia 1-3 (23-25, 20-25, 25-17, 22-25); Croazia-Russia ore 20.30. Classifica: Croazia, Russia, Bielorussia 3; Azerbaijan 0. Prossimo turno (dom 8/9): Bielorussia-Croazia ore 15; Russia-Azerbaijan ore 18.
Girone D – 1° Giornata (ven 6/9): Serbia-Bulgaria 2-3 (25-23, 25-13, 22-25, 28-30, 13-15); Repubblica Ceca-Polonia 3-2 (24-26, 25-21, 25-21, 24-26, 15-12). 2°Giornata (sab 7/9): Serbia-Repubblica Ceca 3-0 (25-21, 26-24, 25-23); Bulgaria-Polonia ore 20. Classifica: Serbia 4; Bulgaria, Rep.Ceca 2; Polonia 1. Prossimo turno (dom 8/9): Repubblica Ceca-Bulgaria ore 15; Polonia-Serbia ore 18.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Settembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.