Radio Varese rinasce grazie al web

Tornano le tre scimmiette di Radio Varese: il prossimo autunno 2014 la ripartenza a pieno regime, domenica 18 maggio alle 19 al Twiggy Café un aperitivo per lanciare l'iniziativa e raccolgiere fondi

Una notizia che farà felici molti nostalgici. Tornano le tre scimmiette di Radio Varese, e lo fanno grazie al web. Le trasmissioni degli eredi della Radio che ha formato decine di giornalisti, intrattenitori e personalità di Varese tornano a trasmettere all’indirizzo www.radiovareseweb.org. Il suo ritorno a pieno regime, con un ricco palinsesto fatto di musica, notizie e intrattenimento, è previsto per il prossimo autunno 2014.

In programma c’è un evento per presentare il nuovo corso della radio, per festeggiare la sua rinascita: un aperitivo aperto al pubblico domenica 18 maggio alle 19 al Twiggy Café in via De Cristoforis 5 a Varese. L’evento, a cui parteciperanno alcuni degli storici speaker e i nuovi conduttori, sarà anche finalizzato a raccogliere fondi per la radio grazie al tesseramento associativo e alle donazioni liberali degli ascoltatori.

Nata nel 1976 alla fine degli anni ’80 Radio Varese trasmise sulla onde corte (FM) alla frequenza 100,700. Fu la prima emittente libera di Varese e, per una delle poche volte nella storia di questa città, fu al passo coi tempi se non addirittura “pioniera” per l’epoca. Nel suo palinsesto c’era musica, tanta e buona, in tempi nei quali era difficile ascoltarne altrove. C’erano la cronaca, gli eventi sportivi e c’era anche la politica. C’erano anche i microfoni aperti agli ascoltatori quando pochi li volevano ascoltare. Ma la cosa che probabilmente ebbe più valore fu quel saper creare un legame forte e sincero con la sempre più grande platea di ascoltatori. La storia di Radio Varese “via etere” finì nell’ottobre del 1990 quando la Lega Lombarda acquistò le frequenze dell’emittente e al suo posto nacque Radio Padania.

Gli anni di Radio Varese sono raccontati in un libro «Radio Varese Centoesettecento. L’unica radio libera dell’occidente occupato». Il volume è stato scritto da un gruppo di ex conduttori di Radio Varese e pubblicato nel 2002. Raccoglie molte esperienze dei suoi fondatori fra i quali l’attuale presidente della regione Lombardia Roberto Maroni e il volto del Telegiornale Regionale della Lombardia Massimo Donelli.

Nel 2012 Tiziana Schiavoni, una delle storiche voci della radio e studentessa in Scienze della Comunicazione presso l’Università dell’Insubria di Varese, cerca testimonianze per la sua tesi di laurea «Radio Varese sul web, uno studio di fattibilità fra l’epico e l’ipotetico» e in questo modo riconnette l’esperienza della radio a quella del libro e rinfocola l’entusiasmo di un gruppo di ex conduttori che aveva immaginato ancora di poter far rivivere la storica Radio Varese. Il risultato dello studio è che Radio Varese Web è un progetto possibile e nel giro di poco tempo viene costituita un’associazione di promozione sociale a cui fa capo la nuova redazione e l’emittente web. L’associazione è costituita in parte da ex conduttori di Radio Varese ma la maggioranza dei membri è costituita da una nuova leva di giovani fra i 20 e i 35 anni. Un mix generazionale entusiasmante e necessario; per poter comunicare con i nuovi linguaggi della rete ma anche per non dimenticare e escludere quel modo di fare “radio libera” che ha contraddistinto la storia di Radio Varese.

La sede, da cui trasmetterà la radio, non è stata scelta a caso poiché si trova presso la Coopuf di via De Cristoforis a Biumo: non tanto distante dalla storica sede di via Walder dove Radio Varese è nata nel 1976.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore