Preso il “passatore” di criminali

Gli uomini del commissariato erano sulle sue tracce da tempo e, dopo diversi tentativi, lo hanno fermato in auto. Aiutava connazionali albanesi, tra i quali un assassino, a tornare in Italia dopo che ne erano stati espulsi

Un ricercato di nazionalità albanese, G.Q. di 26 anni domiciliato a Castellanza, è stato rintracciato e catturato ieri pomeriggio dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. L’uomo era ricercato da un mese perché sul suo capo pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità Giudiziaria di Trieste per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Dalle indagini svolte dalla Questura di Cuneo era infatti emerso che l’uomo aveva organizzato il rientro in Italia di due suoi connazionali, uno dei quali con precedenti per omicidio e rapina, dopo che questi erano stati espulsi dal territorio nazionale e ricondotti coattivamente in Albania. Quel tentativo di reingresso clandestino, effettuato lo scorso mese di marzo, non era riuscito perché i due albanesi irregolari erano stati bloccati dalla Polizia alla frontiera di Trieste e arrestati.

Il “passeur”, G.Q. appunto, non era stato intercettato ma nel frattempo nei suoi confronti era stato emesso l’ordine di condurlo in carcere. L’uomo tuttavia, più volte ricercato, non era mai stato trovato neanche presso il domicilio di Castellanza. Ieri pomeriggio, intorno alle 17,30 in via Castellanza a Busto Arsizio, la pattuglia del Commissariato ha incrociato la vettura di G.Q., una Golf già segnalata perché da sequestrare in quanto utilizzata proprio per condurre i due clandestini fino alla frontiera. I poliziotti hanno dato l’alt alla macchina sulla quale hanno identificato l’uomo con alcuni connazionali. L’uomo ha anche tentato di fuggire a piedi ma poco dopo è stato raggiunto, arrestato e portato in carcere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Agosto 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore