Al pronto soccorso sono arrivati gli esperti

Si è insediata lo scorso 28 febbraio la commissione annunciata dal Presidente Maroni per risolvere i problemi del PS varesino. Cinque medici che dovranno individuare nuove modalità operative

pronto soccorso

La “cura del pronto soccorso” ha preso il via. Lo scorso 28 febbraio si è insediata la commissione di esperti che dovrà valutare procedure e modelli operativi del reparto di accoglienza dell’ospedale di Circolo a Varese. Mercoledì mattina, alle 8.30 tutto il personale diretto dal primario Francesco Prenasca è invitato a partecipare a una riunione che servirà a conoscersi e scambi8arsi le prime opinioni.

Della commissione fanno parte Marco Salmoiraghi (direttore sanitario di AREU) in qualità di coordinatore; Mauro Moreno(direttore sanitario Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano);Marco Gardinali (direttore Dipartimento emergenza urgenza Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano);Alessandra Farina (direttore UO Pronto Soccorso Azienda Ospedaliera S. Anna – Como); John Tremamondo (responsabile Sistemi di rete ospedale e territorio Azienda Ospedaliera G. Salvini);Cristina Maria Meroni (responsabile S.I.T.R.A. Azienda Ospedaliera Luigi Sacco di Milano). I commissario opereranno d’intesa con l’azienda ospedaliera e l’Asl e a titolo gratuito.

Dovranno eseguire un audit per analizzare gli assetti gestionali, approfondire le azioni già intraprese ed individuare eventuali revisioni organizzative che consentano di superare le criticità emerse nelle ultime settimane. In breve tempo, dovranno formulare un documento di revisione delle modalità organizzative.

L’intenzione, annunciata dal Presidente Maroni è quella di risolvere i ciclici problemi che si presentano al PS. Per il reparto si tratta della seconda ricetta in due anni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore