Trenta pellicole per scoprire il mondo

Inizia il 5 novembre la quattordicesima edizione di "Un posto nel mondo" con appuntamenti in tutta la provincia e pellicole a tematica sociale

Cinema

Sono i film a raccontare il mondo. Almeno nella rassegna “Un posto nel mondo” che arrivata al suo quattordicesimo anno di età continua a proporre appuntamenti con pellicole e documentari che trattano di tematiche attuali. Uno sguardo rivolto all’umanità e all’ambiente, con le sue bellezze e le sue difficoltà.

La rassegna è stata presentata questa mattina, venerdì 30 ottobre, nella Sala Filmstudio’90 e ha visto la presenza di diverse realtà del territorio. “Un posto nel mondo” infatti, in questi anni è cresciuto grazie alla collaborazione tra diverse associazioni e alla continua volontà di presentare il pubblico tematiche sociali.

«Questa rassegna è nata come progetto e non come festival – spiega Giulio Rossini di Filstudio’90, capofila del progetto –, grazie alla collaborazione tra tante realtà. L’impegno è ancora oggi quello di proporre un programma vario, stimolante e coerente con il percorso fatto fino ad oggi.  Arrivare al pubblico non è facile ma crediamo che portare sullo schermo documentari “scomodi”, riflessioni, piccole provocazioni sia un modo per far conoscere il modo in cui viviamo».

Il programma prevede pellicole selezionate, prime visioni e film pluripremiati e tratterà principalmente sette temi: il racconto della realtà, il mondo del lavoro, la famiglia e l’adozione, l’Africa e lo sport, i cambiamenti climatici, storie di integrazione e percorsi di pace. 

Il primo appuntamento è per giovedì 5 novembre, alle 20,45, all’Università Insubria con “The Unknown Runner”, un documentario all’insegna dello sport che racconta la vita dei maratoneti keniani e proposto in collaborazione con l’associazione Africa&Sport. Si continua con “La legge del mercato” di Stéphane Brizé, applauditissimo al Film Festival di Cannes.

Da segnalare anche  “Il segreto”, film-documentario che vede come protagonista Napoli, i suoi bambini e  una missione da compiere. “I bambini sanno” è invece il film di Walter Veltroni che probabilmente sarà presente alla serata per presentarlo di persona. Nella rassegna c’è in programma anche “Pelo Malo” un film ambientato in un barrio proletario di Caracas che ha come protagonista Junior, un bambino di nove anni. C’è poi “Diamante Nero” e la storia delle sue donne o “Come il peso dell’acqua” scritto da Battiston, Liberti e Paolini per raccontare la tragedia degli immigrati. Si parla poi di cambiamenti climatici, del mondo del lavoro, di famiglia. Segnaliamo, in particolare, lo spettacolo teatrale di Maria Amelia Monti, “La levatrice del cuore” che racconta del mondo delle adozioni (12 novembre, ore 21, Cinema Nuovo).

La rassegna prevede più di trenta appuntamenti in diversi luoghi della provincia, da Varese a Tradate. Molti appuntamenti sono ad ingresso libero, altri a 5/6 euro.

SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA DI UN POSTO NEL MONDO 2015

Adelia Brigo
adelia.brigo@varesenews.it

Raccontare il territorio è la nostra missione. Lo facciamo con serietà e attenzione verso i lettori. Aiutaci a far crescere il nostro progetto.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.