Aime apre una nuova sede in Serbia

Il 29 febbraio una delegazione serba sarà in Provincia e a Busto Arsizio per incontrare le autorità locali

aime bruno chinaglia gianni lucchina

Aime, dopo la missione del novembre scorso, apre una nuova sede a Novi Sad in Serbia, nel palazzo della Fiera e della Camera di Commercio della provincia della Vojvodina. La decisione segue la firma di un apposito protocollo d’intesa siglato a Busto Arsizio sei mesi fa e con la decisione della giunta dell’associazione di costituire, appunto, Aime Serbia/Italia con il compito di favorire l’interscambio produttivo e commerciale tra Italia e Vojvodina. (nella foto, da destra: Gianni Lucchina, segretario di Aime e Bruno Chinaglia)

Il prossimo 29 febbraio Aime ospiterà una delegazione della Vojvodina e presenterà ad un gruppo di imprenditori le opportunità che questa  provincia serba può offrire. L’incontro con le imprese, previsto per le ore 16 presso la sala conferenze della Provincia, sarà anticipato sono stati fissati due incontri Istituzionali con esponenti delle istituzioni italiane e serbe.

Nel corso dell’incontro verranno presentate tutte le opportunità che offre la Serbia e le modalità, le procedure di accompagnamento delle imprese ed il sistema dei servizi che Aime ha organizzato per rendere efficace ed efficiente questa attività.

Stefano Gussoni sarà il delegato e responsabile di Aime Serbia/Italia e Aleksandar Pupin delegato alla operatività degli uffici di Novi Sad. La delegazione della provincia Autonoma della Vojvodina sarà composta da: Miroslav Vasin, vice presidente e assessore all’economia, all’impiego e alle pari opportunità della P.A della Vojvodina, Slavisa Grujic assessore alla Cultura e alla Pubblica Informazione della P.A. della Vojvodina, Sinisa Lazic, direttore Fondo Affari Europei della P.A. della Vojvodina, Olivera Kovacevic, consulente responsabile per l’Italia di Vip-Vojvodina Investment e promotion.

La mattina del 29 febbraio alle ore 10 presso la sala consiliare del Comune di Busto Arsizio si terrà un incontro tra i vertici di Aime, la delegazione Serba, il sindaco Gigi Farioli, l’assessore regionale Francesca Brianza, gli assessori alla partita, i responsabili dell’Istituto Antonioni e del distretto urbano del commercio.

Il pomeriggio, presso la sala verde della Provincia, alle ore 14 e 30 vi sarà il secondo incontro istituzionale alla presenza sempre dei vertici di Aime, della delegazione serba, del presidente della Provincia Gunnar Vincenzi, del sindaco di Varese Attilio Fontana, del vice presidente della Commissione attività produttive della Camera dei Deputati  Angelo Senaldi e del segretario della Camera di Commercio Mauro Temperelli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore