Ecco il Liceo della Moda “Olga Fiorini”

L’istituto di via Varzi festeggia i 60 anni inaugurando il percorso per aspiranti stilisti: la nuova scuola aprirà a settembre

liceo della moda

Gli istituti superiori “Olga Fiorini” festeggiano i 60 anni inaugurando il liceo della Moda: quello che aprirà i battenti il prossimo settembre è un percorso che si rivolge agli aspiranti stilisti, puntando sulla cultura del fashion.

La storica scuola di via Varzi amplia così la propria offerta formativa in un settore che rappresenta da sempre il suo fiore all’occhiello: inserita, secondo le norme ministeriali, nell’indirizzo di design del liceo artistico, l’innovativa proposta didattica si aggiunge, infatti, all’istituto tecnico del sistema Moda e al corso professionale per Operatore dell’abbigliamento.

L’obiettivo del nuovo piano di studi, che ha già richiamato l’interesse di numerose famiglie, è quello di formare il profilo del “fashion designer”, una figura che, spiega l’insegnante Raffaella Maini, «sia in grado di rielaborare in modo creativo e illustrativo i trend del mercato, così come gli influssi e le tendenze che provengono dalla letteratura e dall’arte». Nella città che è stata la “Manchester d’Italia”, si è insomma scelto di valorizzare l’apertura culturale tipica di un liceo per rispondere meglio alle attuali esigenze del mondo produttivo, dove sono necessarie non soltanto competenze tecniche e professionali, ma anche abilità creative.

Proprio per questo nel singolare percorso scolastico, che sarà attivato per iniziativa della signora Olga Fiorini, fondatrice e ancor oggi anima dell’istituto, e della vicepreside Giovanna Logozzi, non mancheranno le visite a mostre d’arte e di costume, nonché ad atelier e aziende del settore, ma anche incontri con stilisti, imprenditori e altri personaggi legati, a vario titolo, al mondo del fashion, come i giornalisti delle riviste di moda. L’esperienza dell’alternanza fra scuola e lavoro permetterà inoltre agli studenti di confrontarsi concretamente con le richieste del mercato, in linea con lo spirito che ha contraddistinto fin dall’inizio l’attività formativa dell’istituto bustocco.

La preparazione offerta dal liceo della Moda, che potrà contare sulla disponibilità di attrezzatissimi laboratori, consentirà l’accesso a qualsiasi università: è infatti garantita una formazione culturale a 360 gradi, sempre più indispensabile anche per uno stilista.

Il polo scolastico diretto da Mauro Ghisellini e coordinato dalla preside Anna Longo si riconferma dunque all’avanguardia nella proposta di percorsi didattici innovativi. Tant’è vero che l’istituto bustocco è stato il primo in Italia ad attivare progetti inediti come quello del Liceo internazionale per l’Innovazione, scuola quadriennale che consente agli studenti di diplomarsi a 18 anni, in linea con i coetanei dei Paesi europei ed extraeuropei, e quello del liceo dello Sport “Marco Pantani”, che ha alle spalle 12 anni di esperienza e che ha rappresentato un vero e proprio modello nazionale. Ha infatti ispirato la nascita dei nuovi licei scientifici sportivi, introdotti in ogni provincia italiana.

Le famiglie ora interessate a iscrivere i propri figli al liceo della Moda possono contattare la segreteria didattica, telefonando al numero 0331/624318 (interno 1), per concordare un appuntamento con la direzione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.