“Il canto della terra” risuona al Museo Castiglioni

La mostra inaugura domenica e raccoglie e documenta centinaia di oggetti sonori provenienti dal regno minerale, vegetale e animale in un percorso da vedere, sentire, suonare

canto della terra

Il Museo Castiglioni ospita la mostra didattico interattiva “Il canto della Terra” che raccoglie e documenta centinaia di oggetti sonori provenienti dal regno minerale, vegetale e animale in un percorso da vedere, sentire, suonare. Un itinerario che sarà inaugurato domenica 16 settembre dalle 10 del mattino per esplorare come la musica ha animato la preistoria e la storia dell’uomo, prima dell’avvento della meccanica e dell’elettronica, quando l’interazione tra Uomo e Natura era assoluta. Collocata in una Stanza della Natura, l’esposizione è articolata in una serie di percorsi didattici e spazi laboratoriali.

Conduce l’attività Antonio Testa, esperto musicista che da anni si dedica alla ricerca e alla sperimentazione su gli strumenti tradizionali e i suoni della natura.

Il Canto della terra è dunque un invito a riappropriarci delle voci e dei rumori della natura per riscoprire “l’ecologia del suono”. Xilofoni, vibrafoni, legni e pietre sonore, rombi volanti, zucche e conchiglie trasformate in trombe, archi a bocca, corni per comunicare a distanza, flauti di ogni tipo, scacciapensieri, sonagli e innumerevoli altri strumenti.

Antonio Testa è un produttore, musicista, percussionista, insegnante di propedeutica musicale e musicoterapeuta. Svolge approfonditi studi sulla musica dei popoli tribali e sulla musica d’ambiente, sui suoni e sui rumori della natura, sulla correlazione tra musica e movimento e tra suono e immagine. Produttore di musica etno-ambient, world music ed elettronica sperimentale. Dagli anni ‘80 sviluppa progetti artistici e didattici in collaborazione con scuole, università, teatri, musei, ospedali psichiatrici e carceri utilizzando il metodo “Giocare con i suoni” da lui ideato ed edito da Alpha Centauri/BMG Ricordi nel 2000. Collabora con importanti riviste specializzate nel settore musicale e nella didattica. Le sue ricerche sulla funzione terapeutica della musica vengono pubblicate in testi universitari. Compone musica per film, documentari naturalistici e teatro.

Orario, biglietti e visite guidate

Il Museo segue i seguenti orari:
Lunedì – chiuso
Martedì – chiuso
Mercoledì – chiuso
Giovedi – dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Venerdì – dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Sabato – dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Domenica – dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18

IMPORTANTE:

Per la visita alla mostra temporanea/laboratorio IL CANTO DELLA TERRA è necessaria la prenotazione.
Gli orari delle visite/laboratorio sono alle ore 11:00 e alle ore 15:30 del Sabato.

Biglietto 9 €: Include ingresso al Museo Castiglioni e alla mostra temporanea/laboratorio.
Biglietto ridotto 7 €: Riservato ai bambini dai 5 ai 10 anni e ai gruppi di almeno 15 persone. Include ingresso al Museo Castiglioni e alla mostra temporanea/laboratorio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore