Provinciale del lago, massimo a 70 all’ora e in arrivo gli autovelox

Dopo i recenti gravi incidenti stradali, si riunisce un tavolo speciale sulla sicurezza. Tre gli interventi annunciati sulla Sp1

Incidente sulla provinciale, moto si spezza in due

Nuova segnaletica, dissuasori, autovelox e interventi immediati sulla velocità che mai, sulla provinciale del Lago che porta da Varese a Gavirate fino all’imbocco delle valli, potrà superare i 70 chilometri orari.

La Sp1 fa paura ai residenti, costretti a convivere in alcuni tratti con una strada decisiva per il traffico attorno al Lago di Varese ma anche pericolosa, con attraversamenti pedonali a raso e la vicinanza con la pista ciclabile.

E spesso lascia sgomenti i tanti automobilisti che ogni mattina la percorrono per andare e venire da Varese: sono migliaia.

IL PROBLEMA – Dopo i recenti, gravi, incidenti stradali, ecco i risultati del tavolo tecnico tenutosi a Villa Recalcati, un incontro che nasce dalla richiesta specifica del sindaco di Gavirate Silvana Alberio, che nei giorni scorsi ha incontrato proprio il Vicepresidente Magrini a seguito dell’ultimo tragico incidente avvenuto solo qualche giorno fa proprio sulla provinciale del lago.

Al tavolo hanno partecipato il vicepresidente della Provincia Marco
Magrini, il questore di Varese Giovanni Pepè, il commissario capo della Polizia
Stradale di Varese Marco Bragazzi, gli amministratori e le polizie locali dei Comuni di Cocquio, Besozzo, Gemonio e Gavirate e il comandante della compagnia dei carabinieri di Varese, il capitano Marco Currao.

Durante l’incontro è stata valutata la situazione sicurezza sulla sp1, dove
Provincia ha sempre investito parecchie risorse per eseguire opere di manutenzione, ma anche interventi finalizzati a migliorare le condizioni di sicurezza per tutti coloro che viaggiano su quella strada.

«La sp1 è una via di comunicazione strategica – ha concluso Marco Magrini – tanto che in passato non sono mancati una serie di interventi importanti da parte di
Provincia. Tra questi, oltre alle manutenzioni del fondo d’asfalto, vorrei ricordare la
realizzazione delle rotatorie e il posizionamento di nuovi lampioni per illuminare al
meglio la sede stradale. L’incontro di ieri conferma la nostra attenzione e Provincia di Varese ha intenzione di destinare ulteriori risorse sulla Sp1. Ed è per questo che ci siamo riuniti con i sindaci e le forze dell’ordine al fine di trovare ai problemi
soluzioni condivise con loro».

incidente stradale Groppello 20 settembre 2018

LE TRE MISURE DA PRENDERE  – I partecipanti hanno analizzato l’attuale situazione e stabilito tre azioni: una immediata, una a medio termine e l’altra, più complessa, a lungo termine.
«Il primo intervento che realizzeremo è quello di uniformare i limiti di velocità su tutta la strada provinciale. Ovvero porteremo a 70 all’ora la velocità massima sui tratti dove oggi vigono i 90 chilometri orari. Manterremo invece i 50 chilometri all’ora nei centri abitati attraversati dalla sp1. Provincia su questo punto si impegna a concretizzare l’azione in breve tempo. Un secondo intervento a medio termine è quello di definire i punti in cui necessita un’implementazione la segnaletica oltre altre ad altre eventuali criticità. Abbiamo già preso l’impegno per riunirci a breve e valutare, oltre a questi due punti, anche la possibilità, su suggerimento del Questore, di organizzare una serie di controlli in sinergia tra le forze dell’ordine».
Il terzo step prevede che Provincia avvii uno studio dei flussi viabilistici al fine di valutare i punti critici e programmare interventi più importanti quali la realizzazione di dissuasori di velocità o, su autorizzazione prefettizia, il posizionamento di autovelox».

«E’ stato un incontro costruttivo – ha concluso Magrini – e a quello di ieri ne seguiranno altri per approfondire la questione e dare risposte certe ai cittadini che devono poter viaggiare sulle strade in piena sicurezza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vinx

    Limite a 70Km/h, autovelox… proporrei anche di estendere i tratti a striscia continua o a doppia striscia, che già oggi si estendono per km… e poi, per renderla ancora più sicura, chiudiamola e pedonalizziamola. Quello che una volta era lo “stradone del lago”, una arteria che unisce il nord della provincia con l’autostrada, sta sempre più diventando una stradina di paese. Mettete qualche vigile a sequestrare i telefoni e non le patenti e vedrete come gli incidenti diminuiranno subito.

    1. Scritto da Waldo Butters

      Che poi, passare da 90 a 70 cambia tutto, eh…

Segnala Errore