“Avere una casa è nel nostro DNA”: torna la borsa immobiliare

I prossimi 20 e 21 ottobre, venti agenzie saranno a disposizione per mostrare, consigliare e aiutare chi sta cercando un'abitazione. Un'edizione ricca che vedrà anche innovazione e design

la casa in piazza presentazione 2018

Un mercato in ripresa:  +3,4% rispetto al 2016.  9.500 transazioni, il segno negativo assente ormai da 5 anni.

Il settore della casa, nonostante non sia ai livelli precedenti alla crisi, sta vivendo un momento vivace. Lo confermano tutti gli operatori:  non è più il bene rifugio per eccellenza ma rimane la proprietà più ambita dagli italiani: « Avere la casa di proprietà è nel nostro DNA» commenta Mauro Vitiello, presidente di PromoVarese presentando la nuova edizione di “La casa in piazza” che si svolgerà nel prossimo weekend, il 20 e il 21 ottobre, nella Sala Campiotti in piazza Monte Grappa.

Organizzata dalla Camera di Commercio, la borsa immobiliare è alla sua ottava edizione. Un appuntamento che ormai molti considerano insostituibile proprio per il carattere diretto e coinvolgente che lo caratterizza: « Lo scorso anno – ha ricordato Bernardo Bianchessi dell’associazione di categoria ANAMA – in due giorni, sono stati ottenuti 100 nominativi qualificati di possibili clienti».

L’idea di portare direttamente al cliente i tanti protagonisti del settore delle vendite immobiliari è dal 2010 salutata con favore anche dai cittadini che colgono l’occasione per incontrare di persona quanti, di solito, conoscono solo attraverso i siti internet: «  Questa è un’opportunità che ci è data per farci conoscere di persona – ha ricordato Luca Simioni di Fiaip – anche perchè oggi, l’intermediario, non è più solo colui che ti aiuta a trovare/vendere casa, ma garantisce una serie di servizi accessori importanti». Servizi che vanno dalle verifiche urbanistiche e catastali, come ha spiegato Dino Vanetti di  Fimaa illustrando come gli intermediari abbiano alzato l’asticella del proprio lavoro.

Saranno 20 gli operatori presenti nelle giornate di sabato e di domenica prossimi, oltre a un impresario edile. Insieme ci sarà anche BTicino che, con la sua particolare casa domotica dirattemante in piazza, presenterà gli ultimi prodotti innovativi curati nel design della linea “Living now”: « Per noi – ha chiarito Paolo Gaboli , direttore marketing dell’azienda francese – la città e il territorio di Varese sono molto importanti perché abbiamo circa 2000 dipendenti. Qui siamo radicati e siamo contenti di poter mostrare il valore del nostro prodotto, reputato unico anche a livello aziendale, proprio per il design che esprimiamo a Varese».

In piazza ci saranno anche i notai, i commercialisti, gli operatori della Deutsch Bank e anche quelli della Camera di Commercio con il “punto impresa digitale” per dimostrare come si ottiene lo Spid.

Soddisfatto il presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi che ha assicurato appoggio anche per gli anni futuri magari con innovazioni e implementazioni: « Il nostro è un bellissimo territorio. I giovani mostrano amore per la metropoli di Milano così vivace e innovativa. Ma, per vivere, io sono convinto che il Varesotto offra una tranquillità unica. Spesso noi diamo per scontata la sua bellezza, ma visto con gli occhi di chi arriva da fuori, questo territorio è ancora più incantevole e invidiabile».

La bellezza del contesto è stata sottolineata anche dal sindaco di Varese Davide Galimberti che ha annunciato la candidatura varesina al fianco di quella di Milano in vista delle Olimpiadi invernali del 2026: « Una candidatura che offre supporto all’organizzazione perchè sappiamo quale sia il ritorno quando ci sono eventi importanti come questo».

La casa in piazza è pronta ad aprire i battenti della sua ottava edizione, annunciando una gradita sorpresa per l’inaugurazione che avverrà alle 10 di sabato 20 ottobre.

di
Pubblicato il 18 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore