Crisi idrica: “Rubinetti chiusi la notte”

Il sindaco ordina parsimonia e per non lasciare i bacini in sofferenza ordina lo stop notturno. Multe fino a 75 euro per i trasgressori

acqua rubinetto acquedotto apertura

Vietato bagnare l’orto con l’acqua del rubinetto, che comunque non uscirà dalle 23 alle 5 del mattino.

Succede a Rancio Valcuvia, piccolo comune della valle, che vanta tra l’altro diversi bacini di captazione idrica.

La misura, prevista da una specifica ordinanza del sindaco, è stata presa lo scorso 5 ottobre “a fronte della scarsità di precipitazioni” e delle “criticità riscontrate nell’approvvigionamento idrico”.

È dunque vietato usare l’acqua per scopi diversi da quelli alimentari e igienici e utilizzare l’acqua per il lavaggio di “superfici scoperte”.

In più l’ordinanza impone la sospensione idrica dalle 11 di sera fino al mattino alle 5.
Sono previste multe per chi non ottempera alle disposizioni: da 25 a 75 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore