JazzMi 2018 arriva anche a Varese

Al via il primo gemellaggio culturale tra Varese e Milano. Parte la sperimentazione che intende promuovere la Città Giardino come la “Versailles” milanese ospitando alcuni eventi importanti che caratterizzano da sempre il panorama culturale della metropoli meneghina

vario

Al via il primo gemellaggio culturale tra Varese e Milano. Parte la sperimentazione che intende promuovere la Città Giardino come la “Versailles” milanese ospitando nel capoluogo varesino alcuni eventi importanti che caratterizzano da sempre il panorama culturale della metropoli meneghina. A novembre quindi Varese ospiterà alcuni eventi del JAZZMI 2018, la manifestazione giunta alla terza edizione nata per raccontare l’universo musicale del jazz in tutte le sue declinazioni: la sua storia, la sua attualità, il suo futuro, i generi con cui dialoga e con i quali si contamina. Oltre 180 eventi e più di 500 artisti raccontati nel programma. Tredici giorni con concerti di grandi musicisti nazionali e internazionali, mostre, incontri, workshop, rassegne, collaborazioni e tante novità. JAZZMI è una rete di sinergie che collaborano insieme per la crescita, lo sviluppo e la diffusione del jazz.

Saranno ben quattro gli appuntamenti legati al jazz in programma nel weekend del 10 e 11 novembre a Varese. Sabato sera andrà in scena Peppe Servillo in un tour di canzoni di Battisti e Mogol, riagganciate in versione jazz da Javier Girotto (fiati) con Peppe Servillo (voce), Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso), Rita Marcotulli (pianoforte) e Mattia Barbieri (batteria). Una serata di grande teatro: perché i testi e l’avvolgente musica di Battisti ci raccontano profondamente e ci emozionano ancora. Il programma varesino però proporrà concerti jazz anche nel resto del weekend con Redi Hasa & Rocco Nigro  e con i JAZZ LAG che dal Jazz di Louis Armstrong fino ai fasti della Swing Era, con qualche incursione pop, ripercorrono i grandi classici della storia del jazz e dello swing attraverso le composizioni dei suoi grandi maestri americani e italiani. Domenica poi spazio ai più piccoli nel Salone Estense con Massimo Serra, batterista nei Treves Blues Band, con cui nel 2016 ha aperto il concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo, che da oltre 15 anni insegna nelle scuole e costruisce strumenti musicali con materiali di riciclo.

Soddisfatto il sindaco di Varese Davide Galimberti ha detto: “Dopo il successo della seconda edizione di Nature Urbane, il festival del paesaggio di Varese che si è chiuso domenica scorsa e ha coinvolto tanti milanesi che hanno scoperto le bellezze artistiche, ambientali e culturali della nostra città, questa nuova occasione di gemellaggio con Milano ci da l’occasione di inserire la nostra città in un evento ormai consolidato per il capoluogo milanese. Per noi questo è un punto di partenza di un percorso che in futuro intendiamo far crescere sempre di più. Insieme a Milano vogliamo creare sempre più eventi perché come si dice nel jazz questo potrebbe essere una lunga e bellissima jam session tra Milano e Varese”.

Il programma di JazzMi 2018 a Varese

Sabato 10 novembre ore 18 – Cinema Teatro Nuovo
Redi Hasa & Rocco Nigro (Violoncello – Fisarmonica)
Inediti ispirati dall’essenzialità, evocano sonorità ancestrali e congiungono due sponde del Mediterraneo con esiti molto vicini alla musica contemporanea. Il duo propone un repertorio di brani inediti e melodie inusuali, composizioni ispirate alla ricerca dell’essenzialità. Radici musicali che congiungono due sponde del Mediterraneo, evocando sonorità ancestrali che attingono dalla grande tradizione dei Balcani e del Sud Italia, e la portano verso esiti molto vicini alle invenzioni e al clima della migliore musica contemporanea.


Sabato 10 novembre, ore 21 – Cinema Teatro Nuovo

Pensieri & Parole 
Uno dei più carismatici interpreti della canzone italiana, Peppe Servillo, cinque eccellenti musicisti jazz e soprattutto un raffinato poeta come Lucio Battisti. Un simile incontro sul palcoscenico, si traduce senza dubbio in una serata di grande teatro: perché i testi e l’avvolgente musica di Battisti ci raccontano profondamente e ci emozionano ancora.

Peppe Servillo

Peppe Servillo, terzo di quattro fratelli, nasce ad Arquata Scrivia, paesino del basso Piemonte, il 15 ottobre 1960. In quell’anno la famiglia Servillo ha da poco lasciato Caserta per trasferirsi a Novi Ligure, al confine con la Liguria, con il maggiore dei 4 figli, Nando, e Toni, di appena un anno. Peppe Servillo è il frontman del celebre gruppo italiano Avion Travel dal 1980. Il gruppo si fa conoscere dagli Italiani nel 1987, quando vince il Festival di Sanremo Rock con il singolo Sorpassando. Nel 1996 firma la colonna sonora di Hotel paura, film di Renato De Maria, mentre l’anno dopo gli Avion Travel si aggiudicano il Premio della critica e della giuria di qualità al Festival di Sanremo con il brano Dormi e sogna.

Domenica 11 novembre h 11,00 – Palazzo Estense
Massimo Serra Laboratorio per bambini + Concerto
I più piccoli scopriranno come dar vita a dei veri strumenti musicali perfettamente funzionanti, utilizzando materiale di scarto come carta, cartone, stoffa, cordame, plastica, cuoio, gomma, legno e metallo. A guidarli ci sarà Massimo Serra, batterista nei Treves Blues Band (con cui nel 2016 ha aperto il concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo), che da oltre 15 anni insegna nelle scuole e costruisce strumenti musicali con materiali di riciclo.

Domenica 11 novembre ore 16 – Cinema Teatro Nuovo
JAZZ LAG
Un intenso viaggio musicale, fra baci a mezzanotte, gentilezza d’altri tempi e vita di ogni giorno. Al Cinema Teatro Nuovo di Varese, i Jazz Lag vi porteranno in un intenso viaggio musicale in giro per il mondo, tra baci a mezzanotte, gentilezza d’altri tempi e vita d’ogni giorno. Dal Jazz di Louis Armstrong fino ai fasti della Swing Era, con qualche incursione pop, i Jazz Lag ripercorrono i grandi classici della storia del jazz e dello swing attraverso le composizioni dei suoi grandi maestri americani e italiani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore