L’arte eclettica di Maciachini, il “regista” del Monumentale

Venerdì 15 febbraio il nuovo libro sull'architetto indunese che progettò il Cimitero Monumentale di Milano sarà presentato in Sala Montanari. Ingresso libero

Milano - cimitero monumentale

Dopo il debutto a Villa Porro Pirelli di Induno Olona, nel fine settimana il nuovo libro sull’architetto indunese Carlo Maciachini – la “firma” del Cimitero monumentale di Milano –  sarà presentato a Varese. L’appuntamento è per venerdì 15 febbraio alle 18, in Sala Montanari (in via Bersaglieri 3).

Il libro “Maciachini un positivista eclettico” rappresenta l’elemento principale e conclusivo di una serie di iniziative realizzate nel corso del 2018 ad opera del Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Maciachini promosso del Comune di Induno Olona, dal Comune di Varese e dall’Associazione Amici del Monumentale di Milano.

Il volume, di 225 pagine, è edito da Jaca Book in formato 22×27 cm. e ha un ricco apparato
iconografico in buon parte inedito (disegni, documenti storici, fotografie d’epoca e attuali).

A salutare i partecipanti sarà il sindaco Davide Galimberti, poi interverranno importanti relatori, esperti d’arte e attenti conoscitori del cimitero milanese, definito per la particolarità della sua architettura e per la ricchezza del suo patrimonio artistico un museo a cielo aperto.

Dopo l’intervento del relatore Roberto Nessi, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese, a completare il quadro su Maciachini e la sua opera saranno Carla De Bernardi, presidente dell’Associazione Amici del Monumentale di Milano; Gian Franco Ferrario, storico dell’architettura e Renata Castelli, storica dell’architettura.

Modera l’incontro Valerio Crugnola, consigliere comunale di Varese.

La pubblicazione è stata realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Induno Olona, del Comune di Varese, della Società di Cremazione Socrem di Milano e della Comunità religiosa Serbo Ortodossa di Trieste e con il patrocinio dei Comuni di Busto Arsizio, di Trieste, di Pavia, dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori delle province di Milano, di Varese e di Trieste, della Società di Cremazione Socrem di Varese, dell’Accademia di Brera di Milano.

di
Pubblicato il 12 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore