Un parco e un sagrato per la chiesetta di San Martino

Sono partiti ieri i lavori per la valorizzazione della piccola chiesa accanto al cimitero e dell'area verde antistante. Via San Martino sarà pedonalizzata

Brusimpiano - San Martino

Sono iniziati ieri a Brusimpiano i lavori preliminari per la riqualificazione dell’area antistante la chiesa di San Martino, a fianco del cimitero del paese.

Galleria fotografica

Brusimpiano - San Martino 4 di 6

«L’opera – spiega il sindaco Fabio Zucconelli – prevede la chiusura al traffico di via San Martino, la strada che costeggia il cimitero, che sarà pedonalizzata, e la realizzazione di un piccolo sagrato che valorizzi la chiesa».

L’intervento, la cui spesa complessiva è di circa 140mila euro, prevede inoltre la realizzazione di un parco pubblico nell’area verde antistante la chiesa, con la posa di nuovi alberi e di isole fiorite con essenze perenni. Nel parco e davanti alla chiesa saranno realizzate sedute dove poter sostare e sarà posata una fontanella con acqua potabile.

La progettazione, che ha richiesto quasi tre anni di lavoro, è stata realizzata dall’architetto Andrea Lui, mentre della parte paesaggistica si è occupato lo Studio Alessandro Nicoloso.

La chiesa, di origini longobarde, è datata tra il VI e l’VIII secolo, ed è ornata da una bella torre campanaria di epoca successiva. Tra il 1570 e il 1574 venne ampliata in occasione della visita nel Varesotto del cardinale Borromeo, il futuro San Carlo Borromeo.

«L’intervento avviato ieri – conclude Zucconelli – permetterà di valorizzare e rendere più vivibile per i cittadini uno dei luoghi più suggestivi di Brusimpiano, proprio all’ingresso del paese e a due passi dal lago».

Qui la tavola del progetto

di
Pubblicato il 12 marzo 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Brusimpiano - San Martino 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore