Crugnola cerca l’acuto, De Tommaso vuole la conferma

Il varesino al via della terza prova tricolore al "Targa Florio", il brebbiese deciso a mantenere la leadership della IRCup al "Piancavallo"

andrea crugnola rally targa florio 2019 acisport

Il 2019 dei rallysti varesini è iniziato decisamente bene: Giò Dipalma ha sfiorato la vittoria al “Laghi” battuto solo da un big come Tempestini, Miele ha conquistato l’Isola d’Elba, De Tommaso ha vinto sull’Appennino Reggiano e al “Valpolicella”, solo per parlare di classifiche assolute.

Un elenco di nomi e di successi al quale manca per ora il pilota più quotato, Andrea Crugnola, la “bandiera” del Varesotto nel CIR, il campionato italiano assoluto. Per questo motivo il 30enne di Calcinate del Pesce (che, lo ricordiamo, è stato tradito da un guasto mentre era in testa al Rally del Ciocco) è tra i più attesi al “Targa Florio”, tappa siciliana del CIR che scatta quest’oggi – venerdì 10 maggio – da Palermo per concludersi sabato sera a Termini Imerese. Diciassette in tutto le prove speciali – alcune però piuttosto brevi – sulle strade siciliane che Andrea ha già percorso in altre tre occasioni, l’ultima l’anno scorso quando venne messo fuori gioco da un problema a una ruota. (foto in alto AciSport)

Crugnola, affiancato da Pietro Ometto come nelle altre gare del CIR, torna al volante della Volkswagen Polo R5 della HK Racing, vettura nuova e altamente performante come si è visto nei due appuntamenti precedenti: dopo lo stop al Ciocco l’equipaggio ha raccolto i primi punti a Sanremo con il quinto posto assoluto, ma è chiaro che il pilota varesino e il suo entourage puntano a lottare per il podio. Concorrenza sempre alta: Basso, Campedelli, Rossetti, Michelini e Albertini sono i nomi che precedono quello di Andrea nella lista dei partenti; non ci sarà invece l’irlandese Breen vincitore a Sanremo e terzo della classifica tricolore. In vista dell’impegno siciliano Crugnola ha partecipato al Rally Adriatico valido per l’italiano su terra: una gomma stallonato lo ha allontanato dalle prime posizioni in classifica ma a livello di prestazioni e velocità il 30enne della scuderia Gass Racing ha duellato con i migliori su un terreno – lo sterrato – non così abituale per lui.

CIR – Classifica assoluta (dopo 2 gare): 1) Basso 25; Campedelli 24; Breen 23; Rossetti 18; Michelini 9; Albertini, Rusce, CRUGNOLA 6.

DE TOMMASO AL “PIANCAVALLO”

Reduce dalla vittoria al Rally della Valpolicella, disputato proprio per tenere alta la concentrazione e la familiarità con la Skoda Fabia R5, Damiano De Tommaso si presenta oggi al via della seconda tappa della IRCup, challenge di alto profilo e di rilevanza nazionale sostenuto dalla Pirelli. Il giovane di Brebbia (campione d’Italia junior 2018) e l’altrettanto giovane navigatrice Giorgia Ascalone, salentina di Maglie, partecipano al “Rally Piancavallo” in Friuli con i gradi dei leader della classifica IRCup, frutto della loro fantastica vittoria all’ “Appennino Reggiano”. De Tommaso come detto ha tra le mani una R5 – la Fabia del team Munaretto  – e dovrà vedersela anche con cinque vetture WRC due delle quali affidate a big come Sossella (affiancato dal nostro Lele Falzone sulla Ford Fiesta) e Porro (altra Fiesta), battuto in volata da Damiano nella prima gara stagionale. Rabaglia, Gentilini e Babuin sono gli altri conduttori dotati di WRC ma anche in classe R5 ci sono piloti di valore come Tosi, Alessandro Re o il comasco Roncoroni che è stato spesso protagonista al “Laghi” dove vanta un successo assoluto. Nove in questo caso le prove speciali “spalmate” su due giorni di gara.

IRC – Classifica assoluta (dopo 1 gara): 1) DE TOMMASO 53; 3) Porro 45; 3) Tosi 37; 4) A. Re 31; 5) Roncoroni 28.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore