Un omaggio a Mercedes Sosa, nel decennale dalla scomparsa

Il chitarrista varesino Claudio Farinone propone “TodoMercedes” con Raffaele Casarano, una delle stelle nascenti del jazz italiano. L'appuntamento è per sabato 25 maggio alle 21 in Sala Montanari

Avarie

In occasione della “Settimana del tango e della cultura argentina“, dedicata alla figura di Mercedes Sosa, voce simbolo dell’America Latina, il chitarrista varesino  Claudio Farinone  esordisce con un nuovo progetto a lei dedicato, al fianco di uno dei maggiori talenti del jazz italiano delle nuove generazioni: il saxofonista pugliese  Raffaele Casarano. Il concerto si terrà sabato 25 maggio alle 21 presso la Sala Montanari a Varese.

Mercedes Sosa è stata la più grande cantante argentina e del Sudamerica del ventesimo secolo. Il valore della sua opera ha differenti aspetti: la capacità di dare voce al popolo con una vocalità straordinaria, la forza dirompente della sua protesta contro le ingiustizie, che ha pagato con l’esilio ai tempi della dittatura militare, il fatto che non abbia mai consentito che la fama e gli applausi l’allontanassero dalla sofferenza della sua gente.

Nel 2019 si commemorano i dieci anni dalla scomparsa di questa straordinaria artista, che ha lasciato un vuoto incolmabile e, al contempo, un ricordo indelebile e profondo. Nel pensare ad un omaggio a questa straordinaria artista, sostituire la sua qualità immensa con un’altra voce, sarebbe un confronto impari.

In questo nuovo progetto, Raffaele Casarano e Claudio Farinone decidono di selezionare alcune delle tantissime canzoni che “La Negra” – così veniva soprannominata – ha portato a un successo planetario. Le privano dei contenuti del testo riportandole all’essenzialità della sola musica, con la più piccola formazione possibile.

Il duetto è sempre stato nelle corde dell’artista di Tucumán: come dimenticare i suoi dialoghi con Caetano Veloso, Milton Nascimento, Joan Baez e tanti altri?
I due musicisti ne evocano i suoni, senza osare imitarne la voce ma reinterpretando, stravolgendo, improvvisando, riarrangiando e giocando con lo spirito drammatico e al contempo giocoso dell’opera da lei interpretata. La ricca tavolozza timbrica che i due musicisti sono in grado di offrire, anche attraverso la varietà degli strumenti impiegati, rendono questo progetto unico nel suo genere, empatico e coinvolgente.

Il concerto sarà presentato da Sabatino Annecchiarico, anima della Settimana Argentina, e patrocinato dalla Fundacion Mercedes Sosa di Buenos Aires.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore