Una nuova vita per il Parco Rto

Da gennaio è gestito dal "fratello maggiore" Parco Pineta. Il comune capofila ha nominato coordinatore il geologo Luca Arieni

Parco Rto

Una nuova vita per il Parco Rto che da gennaio è gestito dal “fratello maggiore” Parco Pineta. L’area verde, nata nel 2006 in onore dei torrenti Rile, Tenore e Olona, è la prima che ha aderito alla direttiva della legge regionale sulla riforma delle aree protette. Ed è lo stesso percorso amministrativo che stanno seguendo anche altre zone verdi protette, come il Bosco del rugareto, il Parco del Medio Olona e la Valle del Lanza che nei prossimi mesi dovrebbero passare sotto la gestione del Parco Pineta. (nella foto da sinistra: Luca Arieni, Gabriele Pozzi, Paolo Guerra, Mario Clerici, Giancarlo Frigeri)

Il Parco RTO è un’area verde che copre 2.200 ettari, coinvolge 12 comuni dalla piana di Lozza fino a Cassano Magnago e Cairate, coprendo gran parte della valle dell’Olona. I fiori all’occhiello di quest’area sono sicuramente la presenza della pista ciclabile sul fiume Olona, la presenza del borgo antico di Castiglione e naturalmente il monastero di Torba con l’area archeologica di Castelseprio. Ma vi è anche il Monumento naturale Gonfolite e Forre dell’Olona (che evidenzia quando Castiglione era bagnata dal mare).

Capofila del Parco Rto è il comune di Castiglione Olona che per la prima volta ha recentemente nominato un referente, ruolo prima sempre gestito dal sindaco: Luca Arieni è quindi il nuovo coordinatore del Parco. «Ringrazio l’amministrazione per la fiducia. Sono geologo è da sempre ha una passione per la natura e la bellissima realtà del parco. Cercherò di mettere al servizio della comunità la mia professionalità creando iniziative che migliorino la fruibilità del parco e cercando di attuare interventi per la valorizzazione delle potenzialità naturali del parco. L’attività va portata avanti insieme ai 12 comuni e lavoreremo a stretto contatto con il Parco Pineta, vero elemento e migliorativo dell’attuale gestione che permetterà di essere più concreti per proporre attività e coinvolgere la popolazione».

Parco Rto

Soddisfatto anche il vicesindaco Paolo Guerra: «Come amministrazione puntiamo molto sul Parco e sulla maggiore valorizzazione dell’area verde. Vogliamo renderlo più attivo e Luca è la persona giusta per questo ruolo, per passione, per professionalità e per come vive le risorse naturali. Siamo sicuri che ci metterà tutto l’impegno per raggiungere nuovi obiettivi. Naturalmente ringraziamo Gabriele Pozzi, responsabile ufficio operativo del Parco Rto, per l’impegno di questi anni e per quelli futuri nell’affrontare il lavoro di tutti i giorni con grande impegno e passione».

Mario Clerici, presidente del Parco Pineta, sottolinea l’importanza di proseguire nella gestione univa delle aree verdi: «È un percorso che ha un valore in sé, al di la di chi rappresenta gli enti. I parchi regionali, come il Parco Pineta, diventano così i punti di riferimento delle aree verdi del territorio. Siamo partiti con la gestione del Parco Rto e ieri sera la Comunità del Parco Pineta ha approvato la convezione con il Parco de Rugaredo. attendiamo a breve anche il Parco del Medio Olona per l’approvazione della convenzione.
Questo percorso è molto utile per ricostituire un sistema che si affaccia così in maniera unitaria anche sul fronte degli investimenti e innovazioni. Ma sottolineo che il Parco Pineta non diventa il Parco Rto. Ognuno mantiene la propria autonomia: le decisioni rimangono in capo al Parco Rto. Al Parco Pineta rimane, oltre alla gestione coordinata, anche la possibilità di fare delle proposte concrete. E su questo potremo portare tante e diverse innovazioni, anche nel rapporto con i cittadini».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 24 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore