Vicina, comoda e di qualità: piace l’offerta dell’Insubria

Molti i ragazzi, anche del quarto anno, che hanno approfittato dell'open day per "farsi un'idea"

open day

Una mattina per decidere il futuro. Questa mattina alle 9:30, l’Università dell’Insubria ha aperto le sue porte a tutti i giovani ragazzi che a settembre si affacceranno al mondo universitario, per una giornata di incontri con studenti e professori. Un’occasione di pensare seriamente al proprio futuro, liberi da ansie per interrogazioni, verifiche o esame di maturità.

 «Questi incontri di orientamento sono molto utili perché nel mio liceo, durate l’anno, non abbiamo mai avuto occasioni per parlare delle possibili strade dopo la maturità –  racconta Camilla una futura matricola dell’Università Varesina – Vorrei provare la facoltà di Biotecnologie, me ne hanno parlato bene».

«Come ex studentessa di un’università milanese, ho fatto per 5 anni la pendolare. Ogni giorno mi sobbarcavo quasi 2 ore di viaggio tra treno, metro e pullman. Ore che avrei potuto usare per fare uno sport, vedere i miei amici e studiare» ci spiega una mamma che accompagna il figlio Luca, aspirante studente di Scienze Infermieristiche.

Non solo neodiplomati  hanno partecipato oggi, ma anche ragazzi e ragazze che l’anno prossimo frequenteranno il quinto anno. «Penso che sia utile per me iniziare a capire cosa voglio fare dopo aver preso il diploma. Si dovrebbe parlare di tutto questo già a partire dall’inizio del triennio. Molte facoltà offrono la possibilità di eseguire i test d’ingresso anche se frequenti il quarto anno di liceo» rivela Aurora.

All’entrata del padiglione Monte Generoso, incontriamo Francesco, uno studente al terzo anno di Infermieristica che ci racconta la sua esperienza nel Campus: «Sono molto contento e orgoglioso della mia università. Qui ci conosciamo tutti, tra una lezione e l’altra incontro amici o miei ex compagni del Liceo. Ci sono moltissimi spazi verdi, è facile trovare parcheggio. Purtroppo per la mia facoltà non è presente nel programma la magistrale e per tanto sarò costretto ad andare a Milano».

Questa mattinata di orientamento è stata anche un momento per sostenere alcune prove di verifica delle conoscenze iniziali. Molto utili dal momento in cui, se dovessero avere esito positivo, daranno accesso diretto all’immatricolazione.

di
Pubblicato il 18 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore