Castelseprio e Torba, dove i Longobardi continuano a vivere

Con Varese4U vi portiamo alla scoperta dei due luoghi patrimonio UNESCO grazie a ciò che hanno lasciato i Longobardi: il parco archeologico di Castelseprio e il Monastero di Torba

Era una fortezza inespugnabile che ha respinto nemici per secoli ma che, alla fine, è caduta. Era il 1287 quando castrum di Castelseprio è stato espugnato, raso al suolo e abbandonato per secoli.

Galleria fotografica

Varese 4u Archeo a Castelseprio e Torba 4 di 36

Ma quelle tracce lasciate dai Longobardi sono oggi tornate alla luce e dal 2011 sono anche protette dall’UNESCO. Orme che si dipanano lungo la vecchia cinta muraria, ed è proprio in una di quelle torri che è nato il Monastero di Torba, luogo affascinante e anche primo bene della storia del FAI.

Un viaggio indietro nel tempo di secoli che vi facciamo fare con questo reportage realizzato da Varese4U – Archeo all’interno del tour dei beni archeologici della nostra Provincia di Varese.

Sulle tracce dei Longobardi a Castelseprio – Torba con V4U Archeo

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 11 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese 4u Archeo a Castelseprio e Torba 4 di 36

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore