Sconti, convenzioni e atleti di rilievo: il consiglio comunale “punta” sulla pista di Calcinate

Le variazioni approvate, anche con un emendamento bipartisan, favoriscono un utilizzo sempre maggiore. La soddisfazione di De Simone: «Un impianto aperto a tutta la città»

stefano baldini

C’è anche la rinnovata pista di atletica leggera di Calcinate degli Origoni in una delle delibere approvate nel corso della prima parte (mercoledì 18) del lungo consiglio comunale dedicato al bilancio. Palazzo Estense ha infatti dato il via libera ad alcune modifiche relative all’utilizzo dell’impianto favorendo anche – grazie a un emendamento bipartisan – la fruizione da parte di disabili e anziani.

Partiamo quindi da quest’ultimo punto: il consiglio ha accolto una proposta avanzata sia da Paolo Cipolat (PD) sia da Simone Longhini (Forza Italia) per la conferma dell’uso gratuito della pista per le persone disabili e per le società sportive che operano in ambito paralimpico, aggiungendo anche una forte scontistica sulle tariffe per gli over 65. «La discussione in Commissione Sport è stata proficua e il provvedimento ha trovato un’ampia convergenza in consiglio comunale» ha sottolineato Cipolat, mentre Longhini ha aggiunto: «Un bel segnale condiviso su temi importanti: l’inclusione sociale, l’attenzione alla disabilità e al benessere dei più anziani».

Un’ulteriore decisione approvata dal consiglio è quella che riguarda la possibilità di ospitare gratuitamente a Calcinate anche squadre nazionali e atleti internazionali, una scelta che va nella direzione di attirare a Varese anche atleti di grande rilevanza che possano fare da traino all’attività locale ma anche da volano per l’economia. Quel che accade già con altre discipline sportive e che rientra – a livello provinciale – nelle politiche portate avanti dalla Camera di Commercio attraverso la Sport Commission. Quest’ultima, tra l’altro, ha da poco firmato un accordo con la Federazione (Fidal) per promuovere l’utilizzo sia dell’impianto varesino sia di quello di Gavirate da parte delle selezioni azzurre.

«Dopo il grandissimo investimento per la riqualificazione della pista di atletica oggi riorganizziamo la sua gestione e lo rendiamo sempre più aperto alla città e ad atleti di primissimo livello» ha spiegato l’assessore allo sport, Dino De Simone. Nel pacchetto è compresa un’ulteriore e importante novità che fino a oggi non era prevista nel regolamento: quella di permettere alle società sportive che ne faranno richiesta di usare la pista al di fuori dell’orario in vigore. Di fatto oggi l’impianto è fruibile solo nelle fasce orarie “coperte” dalla presenza degli addetti del Comune: con la variazione votata mercoledì sera è ora possibile stipulare un accordo di concessione grazie al quale i club potranno avere a disposizione, sotto la propria responsabilità, le “chiavi” della pista. Per questo passaggio, sarà necessario che le società abbiano una serie di requisiti, in particolare relativi all’utilizzo dei sistemi salvavita qual è il defibrillatore. «Nella delibera – conclude De Simone – abbiamo inoltre inserito una tariffa agevolata per le gare federali che si svolgeranno a Calcinate».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore