Quantcast

Bonus biciclette, i comuni dell’Alto Milanese che vi possono accedere

Il "buono mobilità" ha incuriosito in tanti e pare aver intercettato una crescente attenzione nei confronti della bici. Ecco quello che c'è da sapere per chi abita fuori dalle grandi città

bicicletta elettrica e-bike

Tanto si è discusso del bonus fino a 500 euro per biciclette, e-bike e monopattini elettrici. Un aspetto che sta emergendo chiaramente nella fase 2.2 della lotta al coronavirus è il boom della mobilità dolce, declinata in tutte le sue forme. La bicicletta sembra essere tornata prepotentemente in auge come mezzo per spostarsi in città: in tutta Italia il numero di ciclisti dal 4 maggio si è alzato vertiginosamente.

A Milano uno degli storici negozi, il Rossignoli di corso Garibaldi, dalla sua riapertura ha davanti all’ingresso lunghe code di persone intente a capire come sfruttare il bonus: «La richiesta è straordinaria, anche per quanto riguarda la manutenzione. Un sabato abbiamo piazzato qualcosa come 40 bici», ha dichiarato a Repubblica Matia Bonato, quinta generazione di proprietari del negozio. Solamente nella prima settimana di riapertura, il servizio BikeMi ha registrato un aumento di utenti del 67 per cento.

Come abbiamo provato a spiegare, anche in provincia l’argomento sta prendendo piede. Molte associazioni – come Fiab Varese e Fiab Gallarate Pedala – stanno pungolando le amministrazioni locali per favorire la mobilità sostenibile; a Gallarate le opposizioni (PD, +Gallarate, Città è vita) hanno presentato una mozione per creare una rete ciclabile “emergenziale” in città, per collegare le stazioni alle scuole. La mozione è stata poi bocciata in Consiglio, ma non è da escludere che si possano prendere provvedimenti in tal senso prima di settembre, quando riapriranno le scuole e il tema della mobilità diventerà molto caldo.

Bonus bicicletta nell’Alto Milanese

Per i comuni di Castano Primo, Turbigo, Robecchetto con Induno, e tutti quelli facenti parte della Città Metropolitana di Milano, c’è una buona notizia: tutti potranno usufruire del bonus da 500 euro. Il decreto prevede sì che il contributo sia destinato alle città con più di 50.000 abitanti, ma sarà valido anche per i residenti nei comuni delle Città Metropolitane (anche quelli piccolissimi come Nosate, di appena 682 abitanti).

Non è una notizia trascurabile: la zona, pur essendo composta da paesi piccoli e difficilmente raggiungibili in bici, è attraversata dal Naviglio Grande o dal Canale Villoresi, due corsi d’acqua affiancati da lunghe alzaie sempre molto frequentate dai ciclisti.

Nelle ultime settimane è divampata una polemica proprio sulle strade alzaie, prima chiuse dal Consorzio ET Villoresi e poi riaperte, dopo una serie di richieste da parte di associazioni e semplici cittadini. Questi percorsi, oltre a rappresentare un’attrattiva turistica – persino da persone provenienti dall’estero – sono utilizzati anche dai pendolari che devono spostarsi da un comune all’altro. Anche per chi lavora a Milano: il Naviglio Grande, che ha origine a Tornavento, conclude il suo percorso nella Darsena di Porta Ticinese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore