I chili di droga e le indagini, così è nato il blitz dei carabinieri a Luino

L'attività che ha portato all'intervento di Voldomino. L'irruzione in contemporanea in 7 appartamenti e la genesi delle indagini

Avarie

Una confidenza, partita dalle tante attività che prima ancora di essere investigative sono di natura informativa.

Un copione ricorrente: controlli di cittadini sulla sponda piemontese del Verbano ai primi del mese, e alcune persone vengono trovate con addosso della droga.

I carabinieri piemontesi cominciano da lì, dalle “briciole“, poco alla volta a ricostruire le dinamiche che si nascondono dietro la rete di spacciatori e personaggi locali di piccola pezzatura che però costituiscono solo uno dei gradini che porta verso le direttrici della droga, naturalmente anche all’estero.

La droga però arrivava da Luino.

È da qui che partì la prima tranche delle attività dei militari di Verbania alla vigilia del 10 maggio scorso quando subito vennero coinvolti anche i colleghi di Luino per il primo blitz che portò al sequestro di un discreto quantitativo di marijuana trovato in un appartamento nella disponibilità di un giovane: lui non c’era, ma le immagini dei sacchi di erba pronta per essere vendute hanno fato il giro del Lago Maggiore.

Era appunto il 10 maggio scorso  quando i carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Verbania avevano avuto notizia di un ingente quantità di sostanze stupefacenti che si sarebbero trovate nella disponibilità di un soggetto italiano residente a Luino. Immediatamente i militari sono andati sul posto ed avevano fatto irruzione sequestrando oltre alla marijuana anche 15 grammi di coca oltre agli strumenti per il taglio e il confezionamento.

A seguito di questo si è arrivati all’attività di ieri all’alba a Luino quando sempre i militari del N.O.R. di Verbania, in collaborazione con quelli della Compagnia di Luino, e con l’ausilio del Nucleo Cinofilo di Casatenovo, Forestali di Luino e del Nucleo Elicotteri di Bergamo, su delega dell’autorità giudiziaria di Varese hanno fatto contemporaneamente irruzione in sette abitazioni di Voldomino.

Blitz antidroga all’alba a Luino, in volo anche un elicottero: un arresto

L’operazione ha permesso di rinvenire a carico di una ragazza italiana del posto, circa 33 grammi di cocaina, 44 grammi di hashish e 1,5 grammi di marjiuana, tutti pronti per essere confezionati e venduti, la ragazza è quindi stata tratta in arresto e condotta, dopo gli atti di rito, presso la casa circondariale di Como.

Nella stessa operazione come già ricordato nella cronaca di ieri in casa di una ragazzo italiano del posto sono stati trovati due cani, un pastore tedesco ed un meticcio, in pessime condizioni di salute ed evidente stato di abbandono ed incuria, gli animali sono subito stati affidati ad un canile che se ne prenderà cura ed il reo è stato deferito per abbandono e maltrattamento di animali.

Per entrambi, inoltre, è stato accertato un allacciamento abusivo alla rete elettrica dell’E.N.E.L..

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore