Luvinate, nasce un’associazione per tutelare i boschi

Nella lettera di auguri ai suoi concittadini il sindaco Alessandro Boriani fa il puto del pst alluvione e presenta i provvedimenti messi in campo, i fondi ricevuti e stanziati, con un grazie a chi ha lavorato per aiutare a suprare l'emergenza

Alluvione a Luvinate, la situazione venerdì 25 settembre

Con una lettera inviata a tutti i suoi concittadini, il sindaco di Luvinate Alessandro Boriani ha voluto fare il punto della situazione dopo un anno particolare, tra emergenza sanitaria e l’alluvione che lo scorso settembre ha colpito il territorio del piccolo paese.

Galleria fotografica

Lungo il letto del Tinella, il fiume dell'alluvione 4 di 45

Alla lettera di auguri è allegato il Piano di Protezione Civile che indica azioni, responsabilità e numeri utili in caso di criticità ed è importante che venga conosciuto: «La sicurezza personale dipende anche dalla conoscenza e dal coinvolgimento nel sistema di Protezione Civile in cui viviamo – spiega Boriani -. Il Comune ha poi attivato l’APP MAP RISK scaricabile sul proprio cellulare: consentirà di ricevere in tempo reale allerte meteo, verificare problemi e rischi segnalati dalla Protezione Civile. Suggerisco inoltre la necessità di iscriversi al Canale Whatsapp comunale: si potranno ricevere info e allerte in tempo reale. E’ uno strumento che si è rilevato estremamente utile (scrivi a 329.6953734), soprattutto a seguito degli eventi alluvionali dello scorso settembre e a fronte dell’emergenza COVID».

Le immagini dell’alluvione del 24 e 25 settembre sono ancora negli occhi di tutti i luvinatesi. L’amministrazione fail punto e spiega le cause e i provvedimenti presi per evitare che ricapiti: «Sappiamo come il nostro territorio, a seguito degli incendi dell’autunno 2017, stia dimostrando tutta la sua fragilità. I lavori in corso fino a settembre, a cura dell’Ente Parco e finanziati da Regione Lombardia con 600.000 €, hanno garantito che migliaia di metri cubi di terra non arrivassero tra il 2019 ed il 2020 in paese – spiega il sindaco di Luvinate -. Dopo l’alluvione di settembre il Comune si è immediatamente attivato con Regione Lombardia per rappresentare con forza la necessità di ulteriori interventi, a protezione della comunità e dei suoi abitanti: dalla Regione sono arrivati fondi pari a 300.000 € e il Comune ha riallocato proprie risorse (originariamente stanziate per la sistemazione di asfalti e marciapiedi), pari a 100.000 €, per interventi di mitigazione del rischio. Grazie ad un ulteriore intervento sempre finanziato dal Comune di Luvinate per una somma pari a 100.000 € sono già in corso interventi di mitigazione da rischio idrogeologico nella zona cosiddetta “delle sorgenti”, sopra il sentiero 10 e vicino al nuovo “Ponte dei Volontari” e in vista dei nuovi bandi 2021 di Regione Lombardia, il Comune è pronto a partecipare per la sistemazione del ponte di via San Vito e del tratto urbano del torrente Tinella. Nell’ottica della massima prevenzione, il Comune ha presentato al Consiglio Regionale un progetto sperimentale di sistema di alert che, nelle intenzioni, dovrà essere posto nella zona della vasca di riempimento in modo da far scattare, in caso di colata detritica, sistemi di allerta precisi e ancora più puntuali in paese».

Ma non solo questo. Infatti il consiglio comunale del 30 novembre ha approvato l’avvio di un progetto sperimentale già recepito anche dall’Ente Parco Campo dei Fiori: la creazione di un’associazione volontaria che punterà ad unire le proprietà pubbliche e private presenti nella montagna di Luvinate e che, senza intaccare la proprietà delle aree, permetta una gestione integrata e complessiva delle aree boschive – prosegue Boriani -. La parcellizzazione eccessiva delle proprietà, infatti, ha impedito negli ultimi decenni la sistemazione ed il ripristino dei boschi, collassati o abbandonati o peggio bruciati, con tutte le conseguenze che oggi paga la comunità di Luvinate in termini di disagio, preoccupazione e risorse pubbliche da investire ad ogni alluvione. L’associazione, chiamata “Valli delle Sorgenti”, dovrà avviare la ricerca di contributi pubblici e privati, così da poter mettere in campo, con le risorse ottenute, interventi di sistemazione e ripristino dei nostri boschi. E’ un progetto importante ed innovativo anche per la nostra Regione, allo studio da 2 anni e che finalmente è arrivato ad una fase operativa, con l’invio dei giorni scorsi di quasi 70 lettere ai primi proprietari individuati dalle mappe catastali».

«Desidero infine ringraziare di cuore i tanti cittadini che continuano ad offrire con generosità il loro tempo, vivendo e partecipando alla vita di Luvinate – conclude il primo cittadino -: i volontari di Protezione Civile, straordinari; chi lavora in Biblioteca e a servizio della Scuola nelle attività di controllo agli ingressi; quanti hanno spalato il fango, garantendo un presidio nei giorni dell’alluvione, cucinando torte e pizze o preparando panini per gli operatori in campo; quanti aiutano l’amministrazione nel sostenere le persone in quarantena per il Covid, anche donando cibo e beni di prima necessità distribuiti con la Caritas. A tutti dico grazie! Buon S. Natale e W Luvinate!».

LUVINATE, GLI AUGURI DEL SINDACO BORIANI

Tommaso Guidotti
tommaso.guidotti@varesenews.it

A VareseNews ci sono nato. Ho visto crescere il giornale e la sua comunità, sperimentando ogni giorno cose nuove. I lettori sono la nostra linfa vitale, indispensabili per migliorare sempre.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Lungo il letto del Tinella, il fiume dell'alluvione 4 di 45

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.